mercoledì, 21 aprile 2021
Medinews
22 Luglio 2013

LA SIMG: “ECCO LA NUOVA APP PER IL MEDICO DI FAMIGLIA. ORA L’AGGIORNAMENTO È A PORTATA DI MANO”

Firenze, 18 luglio 2013 – Il presidente Claudio Cricelli: “Un servizio innovativo per vastità e autorevolezza dei contenuti. L’offerta informativa spazia dalla letteratura scientifica, ai percorsi formativi fino alla segnalazione e commento di linee guida”. Stretta l’integrazione con il portale www.progettoasco.it

Un’applicazione per aggiornare i medici di medicina generale sulle ultime recensioni della letteratura scientifica, sui percorsi formativi e sulle linee guida più aggiornate. Si chiama ASCO ed è un’APP gratuita per iOS (iPhone e iPad), presto disponibile anche per Android. Rientra nel più ampio progetto ASCO (Aggiornamento Scientifico Continuo Online – www.progettoasco.it), l’iniziativa editoriale di Aggiornamento e di Formazione Continua predisposta da SIMG (Società Italiana di Medicina Generale). “Il valore aggiunto di ASCO – spiega il dott. Claudio Cricelli, presidente SIMG – risiede nella stretta collaborazione con i Medici di Medicina Generale che sviluppano i contenuti secondo le peculiari necessità operative della professione. La nuova APP è uno strumento fondamentale di aggiornamento e permette di conoscere le più recenti acquisizioni emerse dalla letteratura internazionale, accedere a percorsi formativi (anche con crediti ECM), consultare un vasto patrimonio di contenuti di approfondimento clinico-gestionale ed in sintonia con le moderne dinamiche assistenziali”. L’APP consente inoltre di ricevere notifiche “push” sugli aggiornamenti, di esplorare i contenuti del portale in mobilità e di iscriversi alla newsletter informativa inviata a circa 13.500 professionisti della sanità. Il portale ASCO, online dal 2007, espone tutta la produzione editoriale di SIMG ed è inoltre integrato con il software di Governo Clinico “GPG” (www.millegpg.it, circa 4.000 utenti ad oggi), con cui è possibile effettuare analisi approfondite dei dati registrati nella cartella clinica al fine di monitorare i risultati di cura in termini di salute, costi e sicurezza.

Autore Davide Antonioli

TORNA INDIETRO