sabato, 13 luglio 2024
Medinews
10 Luglio 2013

IL TOP DELLA MEDICINA ITALIANA È SU RAI SPORT. DAL 25 MARZO “IL RITRATTO DELLA SALUTE – TALK”

Roma, 22 marzo 2013 – Primo ospite il prof. Pecorelli, Presidente AIFA: “Le malattie croniche assorbono l’80% dei costi sanitari europei. Ma il budget per le campagne di prevenzione è fermo al 3%”.

Ogni mattina alle 10.34 su Rai Sport e in streaming su Rai.it, a partire da lunedì prossimo, dieci minuti di trasmissione per incontrare i grandi nomi della medicina italiana, parlare di benessere e prevenzione, spiegare ai cittadini come vivere meglio e più a lungo, seguendo stili di vita sani. Parte il 25 marzo “Il ritratto della salute – Talk”, il primo programma televisivo quotidiano prodotto da Intermedia con i patrocini di Presidenza del Consiglio e CONI, in onda fino al 28 giugno per riprendere poi a settembre. Rimanere in forma non è difficile, ma è necessario seguire i consigli giusti. In primo luogo, praticare con costanza l’esercizio fisico, in grado di ridurre del 50% il rischio di infarto. Per questo gli ospiti saranno autorità in materia: il primo sarà il prof. Sergio Pecorelli, Presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) e di Healthy Foundation, che affronterà il tema dell’importanza della prevenzione di gravi malattie con l’utilizzo delle armi più efficaci a disposizione, i vaccini.

A seguire altri grandi nomi, tra cui i Presidenti della Federazione Medico Sportiva Italiana, prof. Maurizio Casasco, e degli oncologi, prof. Stefano Cascinu. Padrona di casa sarà Silvia Salis, giovane campionessa di lancio del martello al suo debutto televisivo, affiancata da Mauro Boldrini, giornalista esperto in comunicazione scientifica e direttore della testata “Il ritratto della salute”. Oltre a rappresentare un indubbio vantaggio per la qualità di vita delle persone, la prevenzione delle malattie rappresenta anche una importante fonte di risparmio per le casse del sistema sanitario nazionale. “Seguire uno stile di vita sano è fondamentale per assicurarsi benefici, sia di salute che economici – spiega il prof. Pecorelli –. Lasciando l’auto con maggior frequenza in garage si possono risparmiare 700€ l’anno, che si ottengono sommando alla benzina la cifra sborsata da ogni cittadino per curare gli “ammalati di pigrizia”, chi si ammala per sedentarietà. Siamo il secondo Paese più anziano del mondo e, quindi, è necessario ridurre l’impatto delle patologie croniche, che presentano sempre un conto molto salato: assorbono ogni anno circa l’80% dei costi sanitari UE. Purtroppo, nei Paesi occidentali solo il 3% della spesa sanitaria pubblica è destinato a campagne di prevenzione”. Come “Il ritratto della salute”: il primo progetto di sensibilizzazione italiano sulla ‘medicina dei sani’, lanciato nel 2011 con il bollino delle principali società scientifiche della Penisola, che invia ogni giorno a circa mezzo milione di italiani il freepress “Il ritratto della salute News”. È la prima newsletter di prevenzione del nostro Paese, complementare al programma su Rai Sport (in onda sul canale 57 del digitale terrestre e sul 227 di Sky), ricca di consigli pratici e rubriche per vivere in forma. Esercizio fisico costante, alimentazione equilibrata e il rifiuto di vizi dannosi come il fumo e l’alcol riducono infatti dell’80% il rischio di ammalarsi di infarto, ictus, diabete, ipertensione e tumori. Problemi che tendono ad accumularsi nel tempo: il 35% degli over60 europei soffre infatti contemporaneamente di due malattie croniche.

Autore Davide Antonioli

TORNA INDIETRO