sabato, 5 dicembre 2020
Medinews
12 Giugno 2002

MENOPAUSA: UNA IGIENE INTIMA “SPECIALE”

In età in età fertile il pH vaginale è acido, cioè compreso tra 4,5 e 5. Questo è dovuto al fatto che, nella donna in età fertile gli ormoni estrogeni stimolano la produzione di glicogeno, uno zucchero che viene trasformato dalla flora batterica vaginale (i lattobacilli di Doederlein) in acido lattico, sostanza che mantiene stabile il pH acido nel canale vaginale.
L’acidità è importantissima per il mantenimento dello stato di benessere dell’ecosistema vaginale: in queste condizioni infatti i germi patogeni (possibili responsabili di infezioni vaginali) non riescono a vivere e a moltiplicarsi con una conseguente minore probabilità di sviluppare infezioni vaginali.
Ecco spiegato perché a volte può bastare un prodotto sbagliato, cioè neutro, per alzare l’acidità delle mucose genitali e quindi, di conseguenza, per indebolire i lattobacilli e spianare la strada a germi patogeni.
Nella bambina in età prepubere e nella donna in menopausa, vengono a mancare gli ormoni estrogeni: non vi è quindi produzione di glicogeno, i lattobacilli non sono presenti e quindi non si ha produzione di acido lattico: il pH vaginale è circa neutro. Si abbassano notevolmente le difese naturali e quindi si ha un maggior rischio di infezioni.
In questo caso, un prodotto acido provoca bruciore e irritazione, e bisogna quindi usare un prodotto a pH neutro. E’ quindi sbagliato usare per la bambina lo stesso prodotto per l’igiene intima utilizzato dalla mamma.
Caratterizzata da un pH neutro, la mucosa genitale della bambina piccola non deve essere detersa con prodotti aggressivi, come i normali saponi o bagni schiuma, ma nemmeno con prodotti a pH acido, indicati invece per la donna in età fertile. Saugella, per esempio, ha messo a punto tre prodotti, indicati ognuno per ogni fase della vita. Per l’età pediatrica e per la post menopausa, i laboratori Rottapharm hanno realizzato un prodotto a pH neutro, Saugella Poligyn con sostanze detergenti e lenitive ma delicate. Appositamente studiato per la donna in età fertile è invece Saugella Dermoliquido, caratterizzato da un pH acido e dall’estratto di salvia il cui effetto tonificante è universalmente riconosciuto. Il timo, con le sue proprietà antimicrobiche, è invece alla base di Saugella Attiva, un detergente indicato per periodi particolari della vita, quali la gravidanza e il post partum, in presenza di piccoli disturbi o quando vi sia il rischio di contrarre infezioni.
Per concludere, i prodotti per l’igiene intima dovrebbero sempre essere privi di profumazioni, in quanto le sostanze aromatizzanti sono quasi sempre irritanti e non schiumogene. I tensioattivi, agenti responsabili della formazione di schiuma, possono indebolire i lattobacilli e determinare uno squilibrio del pH. Inoltre determinano una sorta di esfoliazione delle cellule superficiali delle mucose genitali che si può tradurre in una perdita di resistenza della superficie, spianando la strada all’impianto di germi patogeni.
TORNA INDIETRO