lunedì, 23 novembre 2020
Medinews
9 Dicembre 2002

CHE COS’È LA FATIGUE

La fatigue si può presentare come:

 parte integrante della sintomatologia della neoplasia (sia all’inizio della malattia che nel corso delle recidive)
 effetto collaterale delle terapie, oncologiche e non oncologiche
 espressione di una patologia concomitante, di solito di natura psichiatrica, quale la depressione
 sintomatologia a distanza di anni dopo la fine delle terapie

I sintomi sono quelli tipici dell’astenia cronica: esaurimento di energia, estrema stanchezza, debolezza e spossatezza, ma aggravati dalla patologia tumorale.

I sintomi non includono solo il sentirsi stanchi ma anche la forte difficoltà a compiere normali attività quali cucinare, pulire, fare una doccia, rifare il letto.

I disturbi interessano anche la sfera intellettuale, affettiva e psicologica.

La fatigue correlata al cancro non va confusa con la cachessia neoplastica, un disturbo che caratterizza il quadro clinico dei tumori in fase avanzata, terminale o pre-terminale.
TORNA INDIETRO