domenica, 6 dicembre 2020
Medinews
23 Maggio 2002

DIABETE: ITALIA ALL’AVANGUARDIA NELL’ASSISTENZA AI MALATI

Ambiziosi quanto concreti gli obiettivi che puntano ad un modello in grado offrire prestazioni appropriate ed efficaci che soddisfino l’utente dandogli un’adeguata qualità di vita, tenendo sotto controllo l’equilibrio economico. Tutto ciò in un momento in cui in tutto il mondo le risorse diventano sempre più limitate mentre le esigenze continuano a crescere in quanto da una parte c’è l’allungamento della vita media e dall’altra il benessere che porta con sé una serie di patologie ad esso legate.
“In ultima analisi il Volume Assistenza diabetologica in Italia – Outcomes e modelli organizzativi” ci pare abbia raggiunto lo scopo per cui è stato pensato – spiega il dottor Maurizio Bassi ricercatore presso la fondazione Smith Kline: offrire ad una larga tipologia di operatori sanitari un punto di riferimento ampio ed articolato, uno strumento di approfondimento e di riflessione per comprendere l’importanza sociale e la specificità clinica, terapeutica e gestionale del diabete e la necessità di individuare modelli organizzativi integrati ed originali per affrontare efficacemente una patologia che si avvia a diventare una delle più complesse della nostra epoca”.
L’ opera, pubblicata e distribuita dall’editore Franco Angeli, in vendita in tutte le librerie al prezzo di 12,50 euro, è stata realizzata e voluta dalla Fondazione Smith Kline e curata da alcuni dei massimi esperti italiani del settore: Domenico Cucinotta, professore straordinario di medicina interna presso l’Università di Messina, past-president dell’Associazione Medici Diabetologi (AMD); Massimo Massi Benedetti, professore associato di medicina interna presso l’Università di Perugia e presidente della regione europea dell’International Diabetes Federation (IDF) e da Michele Muggeo, professore ordinario di malattie del metabolismo presso l’Università di Verona e presidente della Società Italiana di Diabetologia. Riconosciuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come “centro di collaborazione in management ospedaliero”, la fondazione Smith Kline ha recentemente esteso il suo raggio di azione anche nel campo delle politiche sanitarie e sociali per la modernizzazione e la crescita del sistema sanitario italiano.
TORNA INDIETRO