domenica, 6 dicembre 2020
Medinews
27 Novembre 2002

L’INFORMAZIONE AI CITTADINI

L’obiettivo principale delle campagne di sensibilizzazione sul territorio è quindi quello di contribuire socialmente a superare l’indifferenza e i pregiudizi nei confronti dei ‘diversi’, tra i quali vengono ancora compresi i sieropositivi. I programmi di sensibilizzazione per trasferire messaggi di informazione e prevenzione chiari e comprensibili alla popolazione vengono attuati attraverso l’impegno dei volontari e con l’organizzazione di congressi.

Le manifestazioni di ‘strada’
Le opportunità di incontro con la popolazione sono rappresentate dalle varie manifestazioni di promozione che associano alla visibilità delle Associazioni organizzatrici, due scopi principali: la prevenzione e la raccolta di fondi. In questo senso si intende offrire l’opportunità di comprendere maggiormente un problema che interessa la collettività e che alcuni incontrano per la prima volta. Ecco alcuni esempi che testimoniano l’impegno in questo settore delle Associazioni di volontariato.

La LILA Milano realizza dall’ottobre 2001 la Campagna di prevenzione e raccolta fondi “AIDS: OGGI DICIAMO PASTA!”, in collaborazione con le società sportive aderenti alla Federazione Italiana Giuoco Calcio/Lega Nazionale Dilettanti/Comitato Regionale Lombardia. Per realizzare il progetto, l’associazione ha preso contatto con circa 400 società sportive del territorio lombardo. Tra queste, 108 hanno organizzato e gestito dei banchetti informativi per la distribuzione di materiale sulla prevenzione al virus HIV, e per raccogliere fondi in favore di LILA Milano.

Gli incontri e i corsi aperti al pubblico
Sono promossi e organizzati dalle Associazioni in collaborazione con Enti e Istituzioni. Gli interventi e il taglio delle relazioni e degli incontri vengono concordati e targhettizzati a seconda della tipologia dell’evento e della fascia di età dell’assemblea e delle finalità specifiche che vanno dalla formazione di educatori al diretto contatto con il pubblico dei partecipanti. La CARITAS promuove da lungo tempo incontri di sensibilizzazione delle comunità nei confronti delle persone affette da HIV/AIDS e delle loro famiglie.

Editoria e web
Le campagne di prevenzione e sensibilizzazione sul tema dell’AIDS non possono prescindere dal supporto di pubblicazioni mirate alla informazione sul contagio sessuale da HIV. Gli opuscoli vengono generalmente realizzati in un formato e con una veste grafica accattivante e di larga presa tra i giovani, senza rinunciare però ad un’esigenza di completezza e di autorevolezza scientifica. Spesso quindi i volumi comprendono una bibliografia.

L’ANLAIDS Lombardia cura e realizza la rivista ‘Stoppaiz’ che da ottobre 2000 è stata ristrutturata, in funzione soprattutto del problema della prevenzione nelle scuole. E’ stata inserita una parte dedicata alle proposte dinamiche e operative che permettano all’insegnante, al genitore o all’educatore in genere di trovare concrete soluzioni ai dubbi formativi o risposte ai quesiti più importanti. Sempre ANLAIDS, tramite l’agenzia Intermedia, cura Parliamo D+, trimestrale per le donne che si occupano di AIDS e Cematnews, periodico che fornisce informazioni sull’omonimo progetto di aderenza alle terapie. Attraverso il progetto Cemat sono stati pubblicati due booklet: uno sui farmaci, distribuito in 10.000 copie, e uno sull’igiene orale (3.000 copie). E’ inoltre nel comitato editoriale del settimanale “Vita”. Il Progetto Persone Sieropositive, svolto da ANLAIDS in collaborazione con il Ministero della Sanità, ha visto la realizzazione di otto opuscoli monotematici rivolti a persone sieropositive, partner, familiari, amici, operatori, su tematiche riguardanti: nutrizione, animali domestici, terapie ufficiali, terapie complementari, aspetti psicologici, la relazione di cura, aspetti socio-assistenziali e la convivenza con le persone HIV+.
Sul sito web dell’ANLAIDS http://www.anlaids.it è sempre attivo il servizio Linea diretta di informazione e consulenza on-line, disponibile in due diverse modalità:
Forum, uno spazio informativo aperto al pubblico dove un consulente risponde alle domande;
Sportelli Privati, un collegamento diretto con gli esperti per tutte quelle domande che necessitano di riservatezza. In particolare allo Sportello dell’Associazione
rispondono esperti e membri dell’Associazione su temi riguardanti il volontariato, le iniziative a carattere nazionale e regionale, le borse di studio e i dottorati di ricerca, il Bonsai e le altre iniziative di ‘strada’, le riviste dell’Associazione.

Il nuovo sito di LILA Milano, all’indirizzo www.lilamilano.it , è progettato per la diffusione di informazioni scientificamente corrette e comprensibili inerenti HIV e AIDS. E’ attualmente in corso la revisione e la pubblicazione on-line dell’opuscolo “HIV/AIDS e mondo del lavoro”, in collaborazione con CGIL Milano, ASA, ALA e patronato INCA.
Sul sito di LILA è inoltre attivo il servizio informativo su HIV/AIDS via e.mail alla casella infoaids@lilamilano.it

La Fondazione AIDS AIUTO–AIDS AID realizza volantini per la prevenzione dell’AIDS rivolti agli extracomunitari tradotti in 4 lingue (francese, spagnolo, inglese, arabo). La Fondazione gestisce il sito internet www.aids.it dov’è possibile ottenere, mantenendo l’anonimato, risposte da parte di specialisti su tema inerenti le modalità di contagio, prevenzione diagnosi, terapia, consulenza legale. Il sito ha anche un’apposita area giovani interattiva con un fumetto a colori che riproduce in forma multimediale la pubblicazione ‘Amore SI, AIDS NO’, stampato e distribuito gratuitamente in 40.000 copie dalla Fondazione. Il libretto è stato realizzato con la collaborazione del Centro Studi Achille Dedè di Milano e vuole essere un modo per prevenire il contagio dell’HIV tra i giovani in un’ottica di incoraggiamento al dialogo, il confronto critico e la riflessione personale dei lettori. La Fondazione ha inoltre realizzato un lungometraggio di fiction dal titolo ‘L’ora blu’ che prende spunto da una storia realmente accaduta. Il film, destinato alle scuole medie e superiori e ai gruppi di giovani, è accompagnato da un fascicolo dedicato agli educatori.

Il Gruppo Aids dell’ARCIGAY Milano Onlus, in collaborazione con l’ASA, si occupa di attività di informazione, prevenzione e formazione sull’HIV/AIDS utilizzando strumenti come l’Unità Mobile di strada, che agisce direttamente sul territorio nei luoghi di incontro gay.
TORNA INDIETRO