giovedì, 11 agosto 2022
Medinews
20 Aprile 2002

IL TRAPIANTO DI FEGATO

Dall’epoca del primo trapianto di fegato avvenuto nel lontano 1963, oltre 80.000 pazienti nel mondo hanno beneficiato dell’intervento.

Il trapianto nei pazienti con cirrosi
Una delle più frequenti indicazioni al trapianto di fegato è la cirrosi da virus C. La sopravvivenza media a 5 anni dal trapianto è del 60% e in alcune casistiche raggiunge anche il 100% circa. Il rischio di reinfezione dell’organo trapiantato è elevato (dal 70 al 100% dei casi). La reinfezione compare generalmente a distanza di poche settimane dal trapianto: il 25-50% dei pazienti reinfettatisi dopo il trapianto sviluppa epatite cronica attiva e il 10% circa evolve in cirrosi in un periodo variabile da 2 a 5 anni. Nell’altra metà dei pazienti la reinfezione da HCV non provoca la comparsa di danno epatico istologicamente accertato. Solo in una piccola percentuale di pazienti (<10%) la reinfezione provoca una forma grave di epatite ad impronta colestatica il cui esito è fatale.

Il trapianto nei pazienti con cirrosi alcolica
Un tempo la cirrosi alcolica veniva considerata una controindicazione al trapianto a causa dell’elevato rischio di recidiva dovuta alla reiterazione del consumo di alcool anche dopo l’esecuzione del trapianto. Attualmente i risultati sono sovrapponibili a quelli ottenuti in pazienti trapiantati per altre patologie epatiche. Sono tuttavia ritenute condizioni essenziali per la sua esecuzione l’astinenza dal consumo di alcool da almeno 6 mesi e l’assenza di gravi malattie extraepatiche dovute all’alcolismo (ad es. cardiopatia, etc.). Il trapianto non va assolutamente eseguito nei casi di etilismo acuto ancora attivo. La decisione di effettuare o meno il trapianto, pur nel rispetto dei criteri di base che fanno propendere per la sua esecuzione, deve essere presa in relazione al singolo caso.

I costi dell’intervento
Il costo del trapianto di fegato, della terapia e dei controlli che debbono essere effettuati durante il primo anno dall’operazione oscilla dai 102.000 ai 348.000 dollari.
Nel nostro paese il costo è di alcune centinaia di milioni di lire.
TORNA INDIETRO