giovedì, 11 agosto 2022
Medinews
17 Aprile 2002

SINTESI DELL’INTERVENTO DELLA DOTTORESSA CLARA BUCCINOTTI

Un elemento interessante in questo settore è rappresentato dal fatto che l’atteggiamento delle donne nel campo dell’igiene intima cambia in relazione all’età.
La fascia tra i 25 e i 35/40 anni è la più attenta ed esigente: chiede prodotti di qualità, si informa sugli ingredienti, chiede consigli sull’utilizzo; le persone più anziane, invece, rimangono legate alle loro abitudini: cambiano il tipo di prodotto e acquistano prodotti specifici solo se il medico li prescrive. Ma l’approccio più difficile è senza dubbio quello con le adolescenti. Adottano stili di vita sbagliati, indossano jeans strettissimi, non accettano consigli, ma ciò che è peggio – e lo dico per esperienza personale – sono del tutto disinformate sull’uso dei metodi anticoncezionali. Non si preoccupano del problema fino a quando non si trovano a doverlo affrontare, talvolta anche in modo drammatico. Lo scorso mese ben tre ragazze sono entrate in farmacia chiedendo la “pillola del giorno dopo”. È dunque proprio su questa fascia d’età così delicata che il farmacista deve impegnarsi più a fondo consigliando i comportamenti migliori da adottare per prevenire i piccoli disturbi anche nell’igiene intima. Ritengo che qualsiasi campagna informativa sia utile, anzi indispensabile per insegnare alle persone a conoscere il proprio corpo e i segnali che lancia. In particolare i messaggi informativi dovrebbero essere rivolti proprio alle ragazze che spesso non si rendono conto che trascurare il loro corpo, in particolare la sfera dell’igiene intima, rischia di compromettere la salute e la funzionalità dell’apparato genitale, con possibili gravi ripercussioni anche sulla vita affettiva. Per questo noi farmacisti che aderiamo a “Operazione Consiglio”, riteniamo che il mese della prevenzione nell’igiene intima sia un’occasione importante per le farmacie, i presidi sanitari diffusi più capillarmente sul territorio, di dialogo e informazione con la popolazione che quotidianamente si rivolge a noi non solo per procurarsi farmaci e prodotti da banco ma anche per avere un consiglio qualificato, un confronto con un operatore in grado di affrontare e risolvere molte delle loro richieste.
TORNA INDIETRO