martedì, 1 dicembre 2020
Medinews
9 Aprile 2002

LE CAUSE DELL’ARTROSI

Oltre alla degenerazione naturale delle articolazioni dovuta all’invecchiamento, al sovraccarico provocato dall’obesità e da alcuni lavori che impegnano particolarmente le articolazioni, all’origine dell’artrosi ci possono essere :
· Alcune malattie endocrine e metaboliche, come il diabete, che possono causare alterazioni nella struttura stessa dell’osso e della cartilagine.
· Traumi e le fratture, che se non vengono compensati nel modo giusto, possono originare alterazioni a carico della struttura ossea e quindi rappresentare la causa scatenante dell’artrosi.
· La formazione di cristalli all’interno delle cartilagini, risultato dell’aggregazione di alcune sostanze come il pirofosfato di calcio o l’acido urico che, se presenti in quantità eccessive nell’organismo, si depositano a livello articolare. La presenza di questi cristalli irrita le strutture nervose e quelle articolari, facilitando l’instaurarsi dell’artrosi. Inoltre questi depositi promuovono la liberazione di particolari enzimi che alterano la struttura della cartilagine, rendendola meno resistente a reggere gli sforzi.

CHI RISCHIA DI PIÙ

A rischiare di più sono:
· gli anziani
· le persone che presentano malattie genetiche delle ossa
· gli obesi
· gli sportivi, sottoposti ad attività fisica intensa
· le persone che soffrono di malattie del metabolismo
· chi presenta disturbi meccanici (varismo, valgismo, asimmetria degli arti inferiori, scoliosi e così via)
· le persone che soffrono di malattie che favoriscono i depositi di sali di calcio e acido urico
TORNA INDIETRO