sabato, 5 dicembre 2020
Medinews
6 Ottobre 2001

SINTESI DELL’INTERVENTO DEL PROF. FRANCO MOSCA

Il centro trapianti toscano, con un tempo medio di 4 mesi di attesa, garantisce in media 100 trapianti l’anno coprendo quasi totalmente il fabbisogno regionale che è di 110 l’anno. Il nostro successo dipende dall’attenzione verso due fattori: la potenzialità delle donazioni e l’efficacia di funzionamento dei centri di trapianto. Insieme a noi Piemonte ed Emilia Romagna si sono raggruppate nell’ ‘Associazione interregionale trapianti’. Abbiamo fatto grossi investimenti nei programmi di donazione, sia dal punto di vista amministrativo-politico che in termini di finanziamenti. Abbiamo istituito, sulla base del modello spagnolo, la figura chiave del coordinatore dei trapianti in ogni ospedale. In una parola abbiamo creato una politica regionale volta allo sviluppo dei trapianti. Uno sviluppo nato da 4 o 5 anni a livello politico amministrativo regionale con una volontà di crescita nella politica dei trapianti. Alla luce di ciò sono stati allestiti i programmi di donazione e i programmi di investimento e di immagine sui modelli organizzativi.
TORNA INDIETRO