Contenuto

22 luglio 2002

I NUMERI DEI TUMORI IN ITALIA

Ogni ora in Italia si ammalano di tumore 30 persone e 18 ne muoiono: si calcola che ogni anno nel nostro Paese vengano colpiti da una neoplasia circa 270.000 cittadini, una ogni 220, e che 160.000 siano i decessi. I dati riportati nella tabella seguente riportano i decessi per i tumori più epidemiologicamente rilevanti: polmone, intestino, stomaco, seno e prostata, registrati nel 1998.

t
t
I tumori colpiscono più gli uomini (60%) delle donne e, come si può vedere dalla tabella 12, di più al Nord. I dati della tabella 12, elaborati sui registri tumori nel quinquennio 1993-1998, riportano i tassi di mortalità per 100.000 abitanti; nella seconda parte della tabella è riportato il tasso di incidenza (nuovi casi), per 100.000 abitanti, nelle tre Macroregioni, Nord, Centro e Sud, e in relazione al sesso.
Le proiezioni dicono inoltre che nel 2010 saranno 400.000 i casi registrati nell'arco dei 12 mesi, vale a dire più di 1.000 al giorno. Un bambino che nasce oggi e morirà all’età di 78 anni (durata media della vita in Italia) avrà visto ammalarsi di tumore 21 milioni di suoi connazionali. Numeri enormi, dunque, ma che i progressi dell’oncologia ci consentono di guardare con meno terrore rispetto al passato. La messa a punto di nuove e più efficaci terapie consente già oggi di avere una guarigione in media nel 53% dei casi.


I DATI DEL 2000

La mortalità
In Italia il numero di morti per cancro nel 2000 è stato di 157.145 (rapporto ISTAT 2001).

L’incidenza
Nel corso del 2000, le persone colpite da cancro, cioè i nuovi casi, sono state 265.422.
In termini di tasso d’incidenza, nel 2000 i nuovi casi ogni 100.000 abitanti sono stati 536 per gli uomini e 425 per le donne.




PATOLOGIE TRATTATE NELLE STRUTTURE DI ONCOLOGIA

Nella Tabella 13 sono riportati i principali tumori diagnosticati e trattati nelle oncologie mediche censite, con la percentuale dei pazienti seguiti. I tumori gastrointestinali, della mammella e del polmone, rappresentano le neoplasie principalmente afferenti alle strutture di Oncologia Medica. Si segnala anche un 10-12% di pazienti con neoplasie ematologiche, seguiti presso le strutture censite.

LA SOPRAVVIVENZA

Anche la sopravvivenza è in netto miglioramento, con un guadagno medio di sette punti percentuali per gli uomini (dal 32 al 39%) e sei per le donne (dal 50 al 56%); complessivamente nei due sessi il valore è 47%, cioè meno della metà dei casi supera il 5° anniversario dalla diagnosi.

Come si può osservare nella tabella 2, la mortalità sta diminuendo (trend a 10 anni 88-98).

Anteprima News

18/04/18

FUMO: “MENZIONE SPECIALE PER LA CAMPAGNA ‘SPERIAMO CHE SIA… L’ULTIMA’
COSÌ AIUTIAMO LE DONNE IN GRAVIDANZA A SMETTERE

La presidente prof.ssa Silvia Novello: “Le tabagiste nel nostro Paese sono 5,7 milioni. Troppe continuano con questo pericoloso vizio anche dopo il parto”

Torino, 18 aprile 2018 – Importante riconoscimento per la campagna antifumo “Speriamo che sia… l’ultima”, la prima interamente rivolta alle donne in gravidanza e alle neo-mamme, promossa da WALCE…
17/04/18

BRISTOL-MYERS SQUIBB E ILLUMINA ANNUNCIANO UNA COLLABORAZIONE STRATEGICA PER LO SVILUPPO E LA COMMERCIALIZZAZIONE DI TEST DIAGNOSTICI INTEGRATIVI PER IL TRATTAMENTO CON IMMUNOTERAPIA DI BRISTOL-MYERS SQUIBB

L’offerta di Illumina si espande con NextSeq 550Dx

Una versione diagnostica del test TruSight Oncology 500 di Illumina misurerà i biomarcatori genomici potenzialmente predittivi, incluso il carico mutazionale del tumore (TMB)

(NEW YORK e SAN DIEGO - 17 aprile 2018) - Bristol-Myers Squibb Company (NYSE: BMY) e Illumina, Inc. (NASDAQ: ILMN) hanno annunciato una collaborazione che utilizzerà la tecnologia di sequenziamento di…
16/04/18

TUMORE DEL POLMONE: COSÌ CAMBIA LA PRATICA CLINICA IN PRIMA LINEA
LA COMBINAZIONE PEMBROLIZUMAB E CHEMIOTERAPIA INCREMENTA SIGNIFICATIVAMENTE LA SOPRAVVIVENZA E RIDUCE DEL 51% IL RISCHIO DI MORTE

Chicago, 16 aprile 2018 – La combinazione di pembrolizumab, molecola immuno-oncologica, e chemioterapia migliora significativamente la sopravvivenza dei pazienti con tumore del polmone non a piccole…
16/04/18

Linkage, un progetto dell’Istituto dei Tumori di Milano per aiutare i cinesi ad accedere alle cure

Milano, 14 aprile 2018 – Per superare le barriere linguistiche e culturali che impediscono un tempestivo accesso ai servizi sanitari e una corretta relazione medico-paziente, l’Istituto nazionale dei…
14/04/18

ALBERTO LAPINI E’ IL NUOVO PRESIDENTE DEGLI URO-ONCOLOGI SIUrO

Fiorentino, classe 1957 è stato Presidente Incoming della Società. “I tre obiettivi principali per il prossimo triennio saranno: formazione, innovazione nella ricerca medica e ricambio generazionale”

Milano, 14 aprile 2018 – Alberto Lapini è il nuovo Presidente Nazionale della Società Italiana di Urologia Oncologica (SIUrO). L’elezione è avvenuta ieri durante il XXVIII Congresso Nazionale della…

Intermedia s.r.l. - Via Malta, 12/b - 25124 Brescia - Tel. 030 226105 Fax 030 2420472
C.F. e P.Iva 03275150179 - Capitale sociale IV 10.400 Euro - Iscr. Registro Imprese Trib. Brescia n. 54326 - CCIAA di Brescia 351522

E-mail: intermedia@intermedianews.it