domenica, 20 settembre 2020
Medinews
15 Settembre 2020

TUMORI: MEDICINA DI PRECISIONE E TEST GENOMICI AIUTANO A MIGLIORARE I RISULTATI CLINICI ATTRAVERSO LA PERSONALIZZAZIONE DEI TRATTAMENTI ONCOLOGICI

  • Un recente confronto tra esperti evidenzia i vantaggi della medicina oncologica di precisione nel migliorare la risposta clinica nei pazienti affetti da tumore correlato ad una alterazione genomica “actionable”
  • La discussione, che si è svolta il 14 settembre 2020 poco prima di ESMO Virtual Congress 2020, dimostra l’importanza crescente dei test genomici per individuare i pazienti e  ottimizzare i trattamenti

Milano, 15 settembre 2020 – L’individuazione delle alterazioni genomiche che sono alla base della crescita e della diffusione del tumore, e iI conseguente trattamento target della specifica alterazione possono cambiare radicalmente il decorso della malattia, così come possono rappresentare un primo passo nel cambiamento dell’approccio al trattamento oncologico. E’ questa la conclusione del recente dibattito tra medici e rappresentanti dei pazienti sul crescente potenziale dei trattamenti oncologici di precisione nel miglioramento dei risultati per i pazienti con tumore con alterazione genomica “actionable”. Anche se una singola specifica alterazione genomica può essere rara, le attuali tecnologie possono andare a ricercare alterazioni multiple in un’unica analisi, aiutando quindi a individualizzare e ottimizzare il trattamento dei tumori. Il dibattito, intitolato ‘Genomically-driven Cancers and the Power of Precision Medicine’, è stato ospitato virtualmente da Bayer nell’anticipazione del congresso virtuale della Società Europea di Oncologia Medica (ESMO).

Durante la discussione, il Professor Antoine Italiano, Head of the Early Phase Trials and Sarcoma Units presso l’Institut Bergonié, Francia, ha messo in evidenza il cambiamento di paradigma nel trattamento del cancro rappresentato dalla medicina di precisione: “Gli sviluppi della genomica e le conseguenti approvazioni regolatorie di terapie  agnostiche per i tumori, basate sulla identificazione della alterazione genomica alla base del tumore, stanno trasformando l’approccio clinico nei confronti del trattamento della malattia. Da un approccio basato su un’unica soluzione valida per tutti i tumori e fondato sulla sede di insorgenza del tumore, ci si sta spostando verso una impostazione personalizzata. Ora è necessario aumentare la consapevolezza dei clinici sulle potenzialità di queste terapie nell’offrire un beneficio significativo ai pazienti e sull’importanza di individuare i pazienti adulti e pediatrici eleggibili.”

E’ pertanto fondamentale implementare l’accesso di routine ai test genomici di alta qualità. Gli studi mostrano che il 30-49% dei pazienti con tumori in stadio avanzato e il 31-39% dei bambini con tumori solidi sottoposti a test genetico hanno alterazioni “actionable”. Alterazione “actionable” significa che questi pazienti potrebbero essere candidati ad una terapia mirata già approvata oppure ad un farmaco in fase di sperimentazione in uno studio clinico.

Dr Philipp Ivanyi, Adjunct Professor e Assistant Medical Director, Oncology, Hannover Medical School, Germania, ha affrontato il tema della necessità dei test: “I pazienti non sempre ricevono le terapie da cui potrebbero trarre più benefici, perchè la loro forma tumorale non viene testata per le alterazioni genomiche. Trovare un’alterazione genomica specifica può essere raro, ma la moderna tecnologia di screening consente di ricercare biomarcatori multipli in un’unica analisi, molti dei quali possono essere bersaglio di un trattamento mirato. Una più vasta applicazione dei test genomici permette di identificare i pazienti che possono beneficiare di trattamenti mirati in modo che nessun adulto o bambino rimanga escluso.”

L’importanza crescente dei trattamenti di oncologia di precisione e dei test genomici è evidenziata anche da linee guida e raccomandazioni delle società scientifiche. Nel 2019, ESMO ha pubblicato raccomandazioni che suggeriscono un approccio sistematico per l’individuazione clinica di routine della fusione del gene NTRK (una rara alterazione genomica rilevata in diversi istotipi tumorali) per garantire che venga identificato il maggior numero possibile di pazienti che presentino queste alterazioni genomiche.[1] Anche la German Society for Hematology and Oncology (DGHO) ha pubblicato un position paper nel 2019 con la raccomandazione all’utilizzo dei metodi diagnostici molecolari qualora il risultato riesca a prevedere il beneficio di un possible trattamento.[2]

Il mese scorso, ESMO ha pubblicato nuove raccomandazioni specificando che il next generation sequencing (NGS) – una tecnologia che permette di sequenziare rapidamente  un elevato numero di geni ad un costo relativamente basso – dovrebbe essere utilizzato di routine nell’adenocarcinoma del polmone in stadio avanzato, nel carcinoma della prostata, nel tumore dell’ovaio e nel colangiocarcinoma. Inoltre, per altri tumori, i pazienti insieme ai loro medici possono valutare e decidere in merito alla necessità e al beneficio di eseguire NGS e test genomici completi. Raccomandano anche che i centri di ricerca clinica eseguano il sequenziamento NGS per accelerare la comprensione e lo sviluppo della medicina di precisione.[3]

Il ruolo determinante dell’educazione del paziente è stato sottolineato dal Dr. Amy Moore, Director, Science and Research presso la Go2 Foundation for Lung Cancer, San Carlos, California, USA: “La comunità è impegnata in una comunicazione efficace nei confronti dei pazienti e dei caregiver in merito all’oncologia di precisione e all’importanza dei test, per garantire agli adulti e ai bambini eleggibili l’accesso ai nuovi farmaci mirati”.

“Bayer è impegnata a migliorare la vita delle persone con il cancro, sviluppando soluzioni innovative per questa malattia dalle molteplici sfaccettature. Siamo orgogliosi del nostro ruolo nel cambiamento del paradigma di trattamento, attraverso gli sviluppi dell’oncologia di precisione e gli importanti vantaggi che questi trattamenti offrono agli adulti e ai bambini che vivono con il cancro oggi, così come alla futura evoluzione della cure oncologiche,” ha affermato Emmanuelle di Tomaso, Head of Oncology Precision Medicine di Bayer. “Le osservazioni degli esperti rafforzano l’importanza di garantire ai pazienti oncologici l’accesso alla tecnologia di profilazione genomica, per definire la presenza di un’alterazione ‘actionable’, e la conseguente eleggibilità ad un trattamento mirato in grado di migliorare significativamente la risposta clinica.”

Bayer e Oncologia

Bayer è impegnata a fornire soluzioni per una vita migliore sviluppando un portafoglio di trattamenti innovativi. L’azienda ha la passione e la determinazione per sviluppare nuovi farmaci che possano migliorare e prolungare la vita delle persone colpite dal cancro. Il franchise aziendale comprende sei prodotti sul mercato per varie indicazioni e numerosi altri asset in varie fasi di sviluppo clinico. Bayer focalizza le attività di ricerca sull’innovazione prioritaria attraverso le seguenti piattaforme scientifiche: Segnalazione Oncogena, Terapie Mirate Alfa-emittenti e Immuno-oncologia. Un elemento chiave è costituito dai trattamenti oncologici di precisione, con un inibitore di TRK approvato progettato esclusivamente per i tumori con fusione genica NTRK, il driver oncogeno di crescita e di diffusione del tumore, e un altro inibitore di TRK in sviluppo nella pipeline. L’approccio dell’azienda alla ricerca privilegia bersagli e processi che hanno il potenziale di influenzare il trattamento dei tumori.

Bayer

Bayer è un’azienda globale con competenze chiave nei settori della Salute e della Nutrizione. I prodotti e i servizi sono concepiti per portare beneficio alle persone sostenendo sforzi per cercare di rispondere alle grandi sfide di una popolazione crescente e che vive più a lungo. Allo stesso tempo il Gruppo punta ad aumentare la redditività e a creare valore attraverso innovazione e crescita. Bayer fonda la propria attività su principi di sviluppo sostenibile, e il brand Bayer è sinonimo di fiducia, affidabilità e qualità in tutto il mondo. Nel 2019, il Gruppo ha impiegato circa 104.000 persone e ha registrato un fatturato di 43.5 miliardi di euro. Le spese in conto capitale ammontano a 2.9 miliardi di euro, gli investimenti in Ricerca & Sviluppo a 5.3 miliardi di euro. Maggiori informazioni al sito www.bayer.com.

 

[1] Marchio C, Scaltrit M, Ladanyi M, et al. ESMO recommendations on the standard methods to detect NTRK fusions in daily practice and clinical research. Annals of Oncology 30: 1417–1427, 2019.

[2] https://www.dgho.de/aktuelles/presse/pressemeldungen/qualitaetsgesicherte-molekulardiagnostik-in-der-onkologie-zielgerichtet-integriert

[3] Mosele F, Remon J, Mateo J, et al. Recommendations for the use of next-generation sequencing (NGS) for patients with metastatic cancers: A report from the ESMO Precision Medicine Working Group. Annals of Oncology (2020), doi: https://doi.org/10.1016/j.annonc.2020.07.014.

TORNA INDIETRO