martedì, 24 novembre 2020
Medinews
7 Agosto 2009

TUMORI RENALI NELLA SECONDA DECADE DI VITA

Risultati dal California Cancer Registry indicano che tra i diversi tipi di tumore al rene nei giovani fino ai 20 anni, il carcinoma renale è più frequente ma caratterizzato da sopravvivenza ridotta rispetto al tumore di Wilms

I tumori renali sono rari negli adolescenti e negli adulti più giovani. Ricercatori della University of California di San Diego hanno valutato l’istologia, l’epidemiologia e la sopravvivenza in pazienti con tumore renale di età compresa tra 11 e 20 anni, utilizzando un ampio database di popolazione. Hanno selezionato dal California Cancer Registry tutti i casi di tumore renale in pazienti giovani (11-20 anni) tra il 1988 e il 2004. I dati sono stati analizzati in relazione all’età del paziente, al sesso e all’etnia, all’esame istologico della massa tumorale e alle percentuali di mortalità attuariale. Sono state isolate 77 neoplasie renali primarie: 39 corrispondevano a carcinoma renale (51%), 23 a tumore di Wilms (30%) e 15 ad altri tipi di tumore (20%). L’età media dei pazienti con carcinoma renale era 16.7 anni, significativamente più elevata di quella relativa ai tumori di Wilms (13.9 anni, p < 0.01). Al contrario, la percentuale di sopravvivenza cumulativa a 5 anni dei pazienti con carcinoma renale era 54%, più sfavorevole di quella osservata nei pazienti con tumore di Wilms (77%). Lo studio pubblicato nella rivista Journal of Pediatric Surgery (leggi abstract originale) indica che le neoplasie primarie del rene nei giovani fino ai 20 anni non sono molto comuni. Il tipo di tumore più frequente in questa fascia d’età è il carcinoma renale, seguito dal tumore di Wilms, ma i pazienti con carcinoma renale tendono ad essere più anziani e a sopravvivere meno a lungo di quelli con altri tumori del rene.


Renal Cancer Newsgroup – Numero 8 – Agosto 2009
TORNA INDIETRO