giovedì, 26 novembre 2020
Medinews
1 Aprile 2009

‘TAVOLO SANGUE’ IN ARRIVO CON AIFA E PRODUTTORI EMODERIVATI

Roma, 25 marzo – La situazione che circonda l’iter degli emendamenti alla legge 219 del 2005 sul sangue è “tormentata e convulsa. Per arrivare a una soluzione, su suggerimento del direttore generale dell’Aifa, Guido Rasi, ho deciso di istituire un tavolo con produttori di emoderivati, Aifa e Centro nazionale sangue” Lo ha annunciato il sottosegretario al Welfare, Ferruccio Fazio, a Roma intervenendo a un incontro organizzato dall’Osservatorio Sanità e salute sulle attività trasfusionali e la produzione di emoderivati. “Il tavolo – precisa Fazio – avrà un duplice obiettivo: garantire e stimolare le attività produttive in Italia, ma anche rimuovere norme protezionistiche, aprendo al contempo a situazioni approvate da organismi internazionali”. Fazio si dice pronto alla discussione e punta ad arrivare a un risultato. Sulla questione, “la posizione dell’Aifa è molto semplice – spiega Rasi. – Per ora perseguiamo la massima sicurezza e guardiamo con attenzione all’importazione da Paesi in cui è prevista la remunerazione dei donatori e in cui, in linea teorica, sarebbe possibile una contaminazione. In generale – prosegue – i Paesi europei puntano a regole condivise, anche se esistono ancora delle disomogeneità e manca una forza ispettiva adeguata”. L’annuncio dell’iniziativa del ministero trova il plauso del senatore Cesare Cursi, presidente della Commissione Industria del Senato e dell’Osservatorio Sanità e salute, che a Roma è riuscito a mettere insieme 5 operatori del settore (Baxter, Biotest, CSL Behring, Grifols e Kedrion), impegnati in un incontro che punta a evidenziare “ciò che resta da fare perché la completa attuazione delle legge 219 diventi realtà. In questo senso – sottolinea Cursi – il tavolo tecnico annunciato da Fazio è proprio quello che volevamo: una realtà operativa per definire un percorso e fare in modo che alla fine la legge sul sangue sia la migliore possibile”.


SIEnews – Numero 7 – 2 aprile 2009
TORNA INDIETRO