domenica, 29 novembre 2020
Medinews
17 Settembre 2009

TALASSEMIA, CURE2CHILDREN E NOBEL YUNUS PER IL BANGLADESH

Dacca, 3 settembre – Eseguire il primo trapianto di midollo osseo entro la prima metà del 2010 e debellare la talassemia entro il 2025. È l’obiettivo del comitato scientifico istituito dopo l’accordo tra il premio Nobel per la Pace Muhammad Yunus, presidente di Grameen Health Care Trust, e la fondazione italiana Cure2Children, rappresentata in quest’occasione dal fondatore e coordinatore scientifico Lawrence Faulkner, dall’esperto di trapianto di midollo osseo Pietro Sodani e dal direttore generale Eugenio La Mesa, per realizzare un centro di trapianto di midollo osseo per la cura della talassemia in Bangladesh. “Il Bangladesh ha bisogno di miglioramenti in tutti gli aspetti della sanità – ha esortato l’inventore del microcredito – attraverso Grameen stiamo cercando di affrontare questioni sanitarie che richiedono un’azione immediata. Siamo molto contenti di collaborare con l’italiana Cure2Children per intervenire concretamente nel settore della talassemia: possiamo proteggere i bambini dalla malattia e informare la popolazione su come prevenirla”. Nel frattempo, ha aggiunto Yunus, “vogliamo creare centri di trapianto di midollo osseo per curare i piccoli ammalati”. Unendo le competenze di Grameen in Bangladesh, di Cure2Children e dei medici del Bangladesh che si occupano di talassemia, ha continuato La Mesa, “prevediamo che entro 10 anni la talassemia si aggiungerà all’elenco delle malattie estinte insieme a poliomielite e vaiolo”. Cure2Children fornirà le competenze mediche, il trasferimento di know-how e la formazione, mentre Grameen Health Care Trust si occuperà degli aspetti logistici e organizzativi nei villaggi del Bangladesh. Le due organizzazioni firmeranno un Memorandum per creare una joint-venture, i cui dettagli saranno discussi nei prossimi mesi.


SIEnews – Numero 17 – 17 settembre 2009
TORNA INDIETRO