martedì, 24 novembre 2020
Medinews
11 Giugno 2018

TAILORx: Many Women With Early-Stage Breast Cancer Can Avoid Chemotherapy

Endocrine therapy (ET) alone was noninferior to ET plus chemotherapy for women with estrogen receptor (ER)−positive, HER2-negative, axillary node−negative, early-stage breast cancer (BC) with a midrange score as measured by the Oncotype DX Breast Recurrence Score gene expression assay. The results of the phase III TAILORx trial were announced during the Plenary Session on June 3 (Abstract LBA1). In patients with a recurrence score (RS) of 11 to 25 on the Oncotype … (leggi tutto)

Al congresso ASCO 2018 sono stati presentati, e simultaneamente pubblicati su NEJM, i risultati finali dello studio TAILORx, che ha coinvolto oltre 10.000 donne con carcinoma mammario operato HR+/HER2-, T1-3, N0. I risultati dello studio dimostrano che per le donne con un Recurrence Score < 25, che rappresentano circa il 70%, può essere risparmiata la chemioterapia adiuvante in aggiunta alla terapia ormonale. Lo studio, che ha avuto un’importante risonanza, è rassicurante e conferma in qualche modo la convinzione sempre più crescente tra gli oncologi che la maggior parte delle donne con tumore mammario HR+/HER2- N0 non necessitano di chemioterapia adiuvante. Per quanto concerne l’utilizzo del test genomico per l’identificazione di queste pazienti cui risparmiare il trattamento chemioterapico, il quesito più importante che rimane aperto è a quali pazienti proporlo. Infatti, almeno in Italia, l’uso della chemioterapia in questo setting è già ristretto a quelle pazienti con caratteristiche clinicopatologiche più sfavorevoli. Ad oggi i test genomici non sono approvati in Italia e non sarebbe possibile pensare di offrire il test a tutte le donne con una diagnosi di tumore mammario HR+/HER2- N0 in quanto questo atteggiamento ne limiterebbe l’impatto in termini di cambio della decisione terapeutica (essendo l’indicazione alla sola terapia ormonale già frequente), gravando in modo importante sui costi. È quindi importante, anche sulla base delle diverse esperienze Italiane con l’utilizzo di questi test, identificare la popolazione ottimale.

TORNA INDIETRO