mercoledì, 6 luglio 2022
Medinews
10 Maggio 2016

Stopping Smoking Reduces Mortality in Low-Dose Computed Tomography Screening Participants

The National Lung Screening Trial has achieved a 7% reduction in total mortality with low-dose computed tomography (LDCT) screening as compared with in the chest radiography arm. Other randomized trials are under way, comparing LDCT screening with no intervention. None of these studies was designed to investigate the impact of smoking habits on screening outcome. In the present study, we tested the effect of stopping smoking on the overall mortality of participants undergoing repeated LDCT screening for many years. Between 2000 and 2010, 3381 smokers aged 50 years or older were enrolled in … (leggi tutto)

Nonostante negli ultimi 10 anni molti siano stati gli studi volti a valutare l’impatto dell’impiego della TC spirale come metodica di diagnosi precoce (prevenzione secondaria) per il tumore polmonare, quasi nessuno di questi prevedeva un programma collaterale e complementare di cessazione tabagica nell’ottica di una perfetta integrazione fra prevenzione primaria e secondaria. Questo ha fatto sì che spesso la TC effettuata periodicamente rappresentasse una sorta di “ombrello protettivo” per i soggetti che si sottoponevano allo screening che, quasi sentendosi protetti dall’esecuzione dell’esame stesso, non smettevano di fumare per la durata dello studio stesso. Nello studio presentato da Pastorino e colleghi viene fatta un’analisi accurata della condizione di fumatore/non fumatore durante il periodo di studio e, su un totale di più di 32.000 persone, chiaramente la cessazione tabagica rappresenta il fattore che condiziona l’impatto sulla mortalità in maniera da 3 a 5 volte superiore rispetto a quanto ottenibile con il solo impiego della TC per la diagnosi precoce.
TORNA INDIETRO