Medinews
29 Settembre 2015

SOLUZIONE PRATICA PER CONTROLLARE LA DISPAREUNIA IN SOPRAVVIVENTI AL TUMORE MAMMARIO: STUDIO RANDOMIZZATO CONTROLLATO

La dispareunia è un disturbo frequente nelle sopravviventi al tumore mammario a causa dei bassi livelli di estrogeni. Questo studio pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Oncology (leggi abstract) ha valutato se la dispareunia in queste donne fosse espressione di dolore introitale, prevenibile quindi con l’applicazione di un anestetico in forma liquida. I ricercatori dell’Oregon Health & Science University di Portland hanno trattato in questo studio randomizzato, controllato, in doppio cieco, sopravviventi al tumore mammario con deficienza di estrogeni che presentavano grave dispareunia penetrativa, con applicazioni di soluzione salina o acquosa di lidocaina al 4% nel vestibolo vulvare per 3 minuti prima della penetrazione vaginale. Dopo un mese di studio in cieco, con autovalutazione delle pazienti dell’inserimento del tampone o rapporto sessuale due volte alla settimana, tutte le donne hanno ricevuto lidocaina in aperto per 2 mesi. L’outcome primario era la valutazione della paziente del dolore da penetrazione su una scala da 0 a 10; ‘outcome’ secondari erano il distress sessuale (valutato con Female Sexual Distress Scale), la funzione sessuale (Sexual Function Questionnaire) o la ripresa dei rapporti sessuali. Le comparazioni sono state condotte con il rank test di Mann-Whitney U e Wilcoxon, con limite di significatività a p < 0.05. In totale, 46 pazienti, esaminate per escludere quelle con dolore al muscolo pelvico e all’organo, mostravano uniformemente evidenza clinica di grave atrofia vulvo-vaginale, dispareunia (punteggio mediano del dolore 8 su 10, range interquartile [IQR]: 7 – 9), aumentati punteggi di distress sessuale (mediana 30.5, IQR: 23 – 37; anormale > 11) e anormale funzione sessuale. Le pazienti che hanno utilizzato la lidocaina hanno riportato meno dolore durante il rapporto sessuale nella fase in cieco (punteggio mediano 1.0, rispetto a 5.3 dopo utilizzo di soluzione salina; p = 0.007). Con l’utilizzo in aperto di lidocaina, 37 pazienti su 41 (90%) hanno dichiarato di non avere dolori alla penetrazione, il distress sessuale diminuiva (punteggio mediano 14, IQR: 3 – 20; p < 0.001) e la funzione sessuale migliorava in tutti i domini eccetto uno. Delle 20 pazienti che si astenevano in precedenza dai rapporti sessuali e che hanno completato lo studio, 17 (85%) hanno ristabilito una tranquilla intimità penetrativa. Nessun partner ha riportato perdita di sensibilità al pene. In conclusione, le sopravviventi al tumore mammario con dispareunia in menopausa possono avere rapporti sessuali non dolorosi dopo applicazione di tamponi di lidocaina liquida nel vestibolo vulvare prima della penetrazione.
TORNA INDIETRO