mercoledì, 29 maggio 2024
Medinews
18 Marzo 2009

SICUREZZA ED EFFICACIA DI DOXORUBICINA PEGHILATA RIBOSOMIALE NEL LINFOMA CUTANEO A CELLULE B

Tossicità modesta ed elevata percentuale di risposta completa nei pazienti in stadio avanzato in recidiva o refrattari a precedenti terapie, promettenti conferme dell’utilità di Peg-Doxo

La terapia del linfoma cutaneo primario allo stadio avanzato, in recidiva o refrattario, è spesso insoddisfacente. Recenti dati indicano però un favorevole profilo farmacocinetico, farmacodinamico e tossicologico per la doxorubicina liposomiale peghilata (Peg-Doxo) nei linfomi cutanei primari a cellule T, ma la sua efficacia nei linfomi cutanei primari a cellule B (LCPCB) non è mai stata valutata. Ematologi e dermatologi italiani hanno condotto uno studio pilota di fase II circa l’uso di Peg-Doxo in monoterapia (20 mg/m2) in pazienti con LCPCB. Un paziente presentava linfoma a cellule B della zona marginale e 4 linfoma diffuso a grandi cellule B con manifestazioni cutanee nodulari. Tutti hanno ottenuto una risposta completa (RC = 100%) a breve termine (tempo mediano 3 mesi), anche quando pretrattati con radio-chemioterapia. Due pazienti hanno sviluppato recidiva. Al follow-up, un solo paziente è deceduto per progressione della malattia, 4 sono ancora in RC dopo 5, 52, 63 e 69 mesi. Il trattamento è stato ben tollerato, nessuno dei pazienti ha dovuto diminuire o ritardare la dose. La tossicità ematologica era moderata e solo in un caso si è osservata neutropenia di III grado, in un altro tossicità neurologica di I grado. Il basso dosaggio di Peg-Doxo, l’uso in monoterapia e il ricorso ad una profilassi orale con piridossina può spiegare l’assenza di tossicità dermatologica, in particolare di eritrodisestesia palmo-plantare. Lo studio, pubblicato nell’European Journal of Haematology (leggi abstract originale), anche se del tutto preliminare per il numero di pazienti trattati dimostra la promettente attività di Peg-Doxo e il buon profilo di tossicità per il trattamento dei pazienti con LCPCB.


SIEnews – Numero 6 – 19 marzo 2009
TORNA INDIETRO