giovedì, 3 dicembre 2020
Medinews
8 Febbraio 2018

Safety and Efficacy of Pembrolizumab in Advanced, Programmed Death Ligand 1-Positive Cervical Cancer: Results From the Phase Ib KEYNOTE-028 Trial

The KEYNOTE-028 trial ( ClinicalTrials.gov identifier: NCT02054806) was designed to assess the safety and efficacy ofpembrolizumab in 20 programmed death ligand 1-positive, advanced solid tumor cohorts. Here, we present the results from the cohort of patients with advanced cervical cancer. Patients were treated with pembrolizumab 10 mg/kg every 2 weeks for up to 24 months. Response was assessed every 8 weeks for the first 6 months and every 12 … (leggi tutto)

Lo studio riporta i risultati di efficacia e sicurezza di pembrolizumab 10 mg/kg ogni due settimane in una popolazione di 24 pazienti con carcinoma avanzato della cervice uterina selezionate per l’espressione di PD-L1. Si tratta di una popolazione molto pretrattata in cui il 92% aveva ricevuto una precedente radioterapia, il 63% almeno due precedenti linee di terapia e il 40% anche un pregresso trattamento con bevacizumab. In questa popolazione, in cui qualsiasi altro agente chemioterapico dà un tasso di risposta < 10%, pembrolizumab ha ottenuto un 17% di ORR e 13% di stabilizzazioni di malattia. Il profilo di tossicità è assolutamente accettabile con rush e febbre identificati come gli unici eventi avversi presenti in più del 10% delle pazienti e nessun evento avverso di grado 4 riportato. Lo studio suggerisce un beneficio clinico dell’immunoterapia in una malattia peraltro correlata a una infezione virale e come tale con un elevato infiltrato linfocitario e questo risultato merita di essere esplorato in future investigazioni.
TORNA INDIETRO