sabato, 2 luglio 2022
Medinews
16 Giugno 2016

Safety and Efficacy of Nivolumab in Patients With Metastatic Renal Cell Carcinoma Treated Beyond Progression: A Subgroup Analysis of a Randomized Clinical Trial

Response patterns with immunotherapy may differ from those of other treatments. This warrants further investigation because some patients may benefit from continued immunotherapy beyond Response Evaluation Criteria in Solid Tumors (RECIST)-defined first progression. To evaluate the safety and potential benefit of treatment with nivolumab, a programmed cell death 1 immune checkpoint inhibitor, beyond investigator-assessed first progression in patients with metastatic renal cell carcinoma (mRCC). Subgroup analysis of a blinded, randomized, multicenter, phase 2 dose-ranging trial initiated … (leggi tutto)

La definizione del timing di prosecuzione del trattamento con nivolumab non è del tutto chiara ed in particolare il potenziale beneficio di nivolumab ‘beyond progression’ rimane controverso. Gli autori presentano in questo articolo i primi dati clinici di nivolumab ‘beyond progression’ nel carcinoma renale metastatico; si tratta di un’analisi di sottogruppo di uno studio randomizzato nel quale venivano confrontate 3 differenti schedule di nivolumab. Il messaggio è che alcuni pazienti alla progressione da nivolumab determinata radiologicamente hanno ricevuto un beneficio in termini di risposte obiettive o stabilità di malattia con buon profilo di tollerabilità. Ulteriori studi dovranno chiarire quanto questo sia imputabile al meccanismo d’azione del farmaco o al fenomeno della pseudo progressione o altro e soprattutto se questa informazione possa avere una ricaduta clinica.
TORNA INDIETRO