sabato, 25 settembre 2021
Medinews
5 Agosto 2009

RILEVANZA CLINICA DELLE MUTAZIONI DEL GENE WT1 NELLA LMA DEL BAMBINO

In età pediatrica tali mutazioni si manifestano più frequentemente ed hanno significato prognostico sfavorevole

Le mutazioni del gene WT1 sono state recentemente identificate in circa il 10 % dei casi di leucemia mieloide acuta con citogenetica normale (LMA-CN) dell’adulto e sono state associate a prognosi sfavorevole. Alcuni ricercatori hanno identificato, in due casi di LMA-CN pediatrica, una delezione ed una mutazione WT1, rispettivamente. Sulla base di questa preliminare osservazione è stato ulteriormente indagato il ruolo delle aberrazioni del gene WT1 nella LMA pediatrica. Gli autori dello studio, pubblicato nella rivista Blood (leggi abstract originale), hanno identificato mutazioni in 35 dei 298 campioni di LMA pediatrica (12%) analizzati. In 19 di 35 (54%), è stata osservata più di una aberrazione del gene WT1: 15 con 2 diverse mutazioni, 2 con mutazione omozigote e 2 con mutazione e delezione di WT1. Le mutazioni di WT1 si associavano in modo statisticamente significativo alle LMA-CN (22%; p < 0.001) e con FLT3/ITD (p < 0.001). Inoltre, le mutazioni WT1 conferivano un significato prognostico sfavorevole (vs wild-type, probabilità di sopravvivenza globale [pSG] a 5 anni: 35% vs 66%; p = 0.002; probabilità di sopravvivenza libera da eventi: 22% vs 46%; p < 0.001; e incidenza cumulativa di recidiva: 70% vs 44%; p < 0.001). Anche i pazienti con doppia mutazione WT1 e FLT3/ITD avevano prognosi sfavorevole (pSG a 5 anni, 21%). In conclusione, le mutazioni di WT1 si manifestano frequentemente nella LMA del bambino e possono essere considerate un nuovo marcatore indipendente di prognosi sfavorevole.


SIEnews – Numero 15 – 6 agosto 2009
TORNA INDIETRO