sabato, 4 febbraio 2023
Medinews
28 Ottobre 2009

RICLASSIFICAZIONE DELLA LEUCEMIA MIELOIDE ACUTA DEL BAMBINO CON RIARRANGIAMENTO 11q23/MLL

Descritti nuovi sottogruppi prognostici grazie all’identificazione di diversi geni ‘partner’ coinvolti nelle traslocazioni con MLL

Le traslocazioni nel cromosoma 11q23 sono frequenti nella leucemia mieloide acuta (LMA) del bambino e sono associate a prognosi sfavorevole. Sono descritti più di 50 geni ‘partner’ coinvolti nella traslocazione con MLL. Nello studio internazionale pubblicato nella rivista Blood (leggi abstract originale), sono stati raccolti retrospettivamente i dati di 756 bambini con LMA con anomalie 11q23 o con riarrangiamento MLL per identificare possibili differenze prognostiche associate ai diversi geni ‘partner’ coinvolti nella traslocazione; l’assegnazione di ciascun caso ai diversi gruppi di traslocazione è avvenuta mediante analisi cariotipica centralizzata. La sopravvivenza libera da eventi a 5 anni dei pazienti con LMA 11q23 e/o riarrangiamento di MLL era del 44 ± 5%, con ampie differenze a seconda del gene ‘partner’ coinvolto (da 11 ± 5% a 92 ± 5%). In analisi multivariata sono stati identificati, quali fattori prognostici predittivi indipendenti, le seguenti traslocazioni: t(1;11)(q21;q23) (hazard ratio [HR] = 0.1, p = 0.004); t(6;11)(q27;q23) (HR = 2.2, p < 0.001); t(10;11)(p12;q23) (HR = 1.5, p = 0.005) e t(10;11)(p11.2;q23) (HR = 2.5, p = 0.005). Non è stata invece confermata la prognosi favorevole per il sottogruppo t(9;11)(p22;q23). In futuro, lo ‘screening’ di questi geni ‘partner’ di traslocazione potrà essere utile per una più accurata stratificazione prognostica.


SIEnews – Numero 19 – 29 ottobre 2009
TORNA INDIETRO