martedì, 24 novembre 2020
Medinews
28 Settembre 2018

Report on the status of women occupying leadership roles in oncology

While the global workforce is approaching gender parity, women occupy a small number of management level positions across most professions, including healthcare. Although the inclusion of women into the membership of many oncology societies has increased, the under-representation of women in leadership roles within international and national oncology societies remains relatively consistent. Moreover, the exact status of women participating as board … (leggi tutto)

Le due pubblicazioni di ESMO Open, a cura del gruppo di lavoro Women for Oncology dell’ESMO, sollevano l’importante tema della parità di genere tra gli oncologi. In molte realtà, il numero di donne tra il personale medico dell’oncologia ha superato quello degli uomini, ma i risultati della survey, condotta nel 2016, documentano che le donne occupano più raramente posizioni di leadership rispetto ai colleghi maschi, e soprattutto questi ultimi percepiscono un miglioramento del problema nel tempo molto maggiore di quanto non sia effettivamente percepito dalle donne. Interessante anche l’analisi della presenza di oncologhe nel board delle società nazionali e nella faculty dei più importanti congressi oncologici: a questa analisi hanno contribuito i dati di numerose società scientifiche nazionali, tra cui AIOM. Anche questi dati documentano una presenza di donne inferiore agli uomini.
Come concludono gli autori, nonostante varie società scientifiche abbiano promosso programmi per migliorare la disparità, il “gender gap” è ancora presente, e l’argomento va portato all’attenzione di tutta la comunità oncologica.
TORNA INDIETRO