Medinews
3 Aprile 2015

RAPPORTO OSSERVASALUTE: IN ITALIA AUMENTANO I TUMORI PREVENIBILI

La salute degli italiani e’ sempre piu’ a rischio a causa della “precarieta’ economica che, divenuta ormai una condizione strutturale del Paese, incide sia sull’offerta dei servizi, sempre piu’ sotto l’attacco della spending review, sia sul benessere psicofisico dell’individuo”. Cio’ influisce particolarmente nell’aumento dei casi di tumori prevenibili: tra le donne, ad esempio, i nuovi casi di tumore al polmone, tra il 2003 e il 2013, sono aumentati del 17,7%, cosi’ come quello alla mammella che registra un incremento del 10,5%. Tra gli uomini l’incidenza del tumore al colon retto, nello stesso periodo, e’ aumentata del 6,5%. Mentre gli stili di vita sbagliati fanno aumentare il numero di italiani in sovrappeso, con il 45,8% degli over 18 in eccesso ponderale. A fare le spese di questo peggioramento del quadro epidemiologico sono soprattutto le regioni del Mezzogiorno. E’ quanto emerge dalla dodicesima edizione del Rapporto Osservasalute (2014). “Il deficit di risorse destinate alla prevenzione rischiano di far vacillare la salute degli italiani – si legge nel Rapporto – gia’ sotto l’attacco della congiuntura economica negativa che sta colpendo ormai da anni anche il nostro paese: la precarieta’ che sta ormai divenendo una condizione strutturale mette a rischio la tenuta dei servizi sanitari offerti ai cittadini e anche la salute reale e percepita degli individui (sempre piu’ numerosi sono gli studi che dimostrano ad esempio che essere lavoratori precari mina il benessere psicofisico della persona)”.
TORNA INDIETRO