lunedì, 18 ottobre 2021
Medinews
28 Ottobre 2016

Randomized phase III PITCAP trial and meta-analysis of induction chemotherapy followed by thoracic irradiation with or without concurrent taxane-based chemotherapy in locally advanced NSCLC

Chemo-radiotherapy is standard of care in the treatment of unresectable stage III NSCLC. We aimed at assessing whether the addition of concurrent taxane-chemotherapy to thoracic irradiation following chemotherapy was able to improve treatment outcome. In PITCAP trial, patients with unresectable stage III NSCLC were randomized to receive 2 cycles of platinum-paclitaxel followed by 60-61.2Gy thoracic irradiation (control arm) or by same radiotherapy with concomitant weekly paclitaxel (experimental arm). A literature-based meta-analysis including all studies with same design … (leggi tutto)

Gli studi randomizzati, multicentrici, internazionali sulla malattia localmente avanzata meritano comunque un plauso a chi li ha condotti in quanto sempre di difficile pianificazione ed esecuzione per motivi di ordine tecnico-organizzativo e anche in ragione della numerosità (esigua) ed estrema eterogeneità dei pazienti in stadio localmente avanzato. Tutte queste variabili fanno sì che molto spesso il quesito scientifico che ci si poneva all’atto della pianificazione dello studio non sia poi così attuale al momento della pubblicazione del dato. Gli autori descrivono le caratteristiche e l’outcome di questi 151 pazienti randomizzati a ricevere 2 cicli di platino-paclitaxel seguito da trattamento radiante (braccio di controllo) verso lo stesso trattamento radiante, ma con paclitaxel settimanale. I dati prospettici dello studio, unitamente ai risultati di analisi metanalitica su 833 pazienti, non evidenziano un vantaggio dall’aggiunta del taxano in concomitanza alla radioterapia dopo trattamento chemioterapico di induzione con doppietta contenente platino.
TORNA INDIETRO