sabato, 28 novembre 2020
Medinews
25 Maggio 2018

Overall survival after stereotactic radiotherapy or surgical metastasectomy in oligometastatic renal cell carcinoma patients treated at two Swedish centres 2005-2014

Investigate effects of stereotactic radiotherapy (SRT) or surgical metastasectomy (SM) on overall survival (OS) in metastatic renal cell carcinoma (mRCC) in the era of targeted agents (TA). mRCC patients (n = 117) treated with SRT (n = 57), SM (n = 30) or both modalities sequentially (n = 30) at two oncological centres in Sweden in 2005-2014 were retrospectively included. Median follow-up (mFU) was 63 months. A majority had clear cell histology, 1-3 metastases, and ECOG … (leggi tutto)

Da questo studio si evince come i trattamenti loco-regionali (anche non invasivi, come la radioterapia stereotassica) vengano utilizzati sempre di più per la cura del tumore del rene metastatico senza evidenziare incremento di tossicità qualora associati alla terapia biologica. Inoltre in molti casi permettono di ritardare la necessità di utilizzare un trattamento sistemico con agenti target.
Interessante, nei prossimi anni, sarà valutare quanto la radioterapia stereotassica possa impattare sulle risposte e la sopravvivenza in quei pazienti che verranno sottoposti a terapia con immuno-checkpoint inibitori.
TORNA INDIETRO