lunedì, 25 ottobre 2021
Medinews
23 Giugno 2015

ONCOLOGI E MEDIA A TURNO ‘IN CATTEDRA’. OBIETTIVO STRINGERE UNA NUOVA ALLEANZA PER LA CORRETTA INFORMAZIONE

Nove italiani su dieci chiedono un’informazione corretta, chiara e verificata, soprattutto in ambito medico-scientifico. Ma il 40% dei media non sa rispondere a questa richiesta quando affrontano argomenti come i tumori. Prevenzione primaria, diagnosi precoce e stato della ricerca sono temi impegnativi e su cui gli italiani vorrebbero più notizie. Per questo l’AIOM ha promosso il primo corso di informazione medico-scientifica per giornalisti e oncologi. L’iniziativa si è svolta giovedì e venerdì scorso per l’Università degli Studi di Parma e ha goduto del patrocinio dell’UNAMSI (Unione Nazionale Medico Scientifica di Informazione). “È compito di una moderna società scientifica anche diventare garante della buona informazione – ha spiegato Carmine Pinto, presidente nazionale AIOM -. Il mondo del giornalismo e quello della ricerca devono imparare a conoscere le reciproche esigenze per rispondere alla richiesta di buona informazione da parte dei cittadini. Il giornalista si aspetta dalla medicina risposte chiare e certezze, mentre la medicina spesso produce dubbi e domande alle quali tenta di rispondere. È possibile trovare una mediazione tra il rigore del linguaggio scientifico e il carattere divulgativo di quello giornalistico”. “Ogni giornata ha previsto due sessioni – ha sottolineato Stefania Gori, segretario nazionale AIOM -. Nella prima il ruolo di docenti è stato svolto dai clinici. I temi principali approfonditi sono stati come divulgare in modo corretto i successi della lotta contro il cancro; scegliere le notizie e regolarne il flusso; leggere un lavoro clinico; seguire un congresso internazionale e capire le novità. Nella seconda sessione le parti si sono invertite e i giornalisti hanno insegnato ai camici bianchi, ad esempio, il modo in cui comunicare la notizia medico-scientifica al pubblico, le tipicità dei diversi mezzi d’informazione”.
TORNA INDIETRO