domenica, 14 agosto 2022
Medinews
2 Marzo 2009

NASCE LA FONDAZIONE “ANNA MARIA SECHI PER IL CUORE”

È intitolata alla studiosa bolognese Anna Maria Sechi recentemente scomparsa la “Fondazione Anna Maria Sechi per il Cuore” (FASC), costituita per scopi umanitari, attività educazionali e per offrire supporto alla ricerca scientifica.“Un progetto nato per rispettare la volontà di una persona semplice, ricordata da tutti per la gentilezza e generosità – afferma il prof. Roberto Ferrari, presidente della FASC e presidente della Società Europea di Cardiologia –. Il nostro proposito è accogliere la sua eredità, di studiosa ma soprattutto umana, e impegnarci nella lotta alle malattie cardiovascolari e al progresso della conoscenza. La prof.ssa Sechi, che ha collaborato con Watson e Crick – gli scopritori della “doppia elica” del DNA -, entrò giovanissima all’ateneo bolognese, nel 1952 come assistente volontaria del prof. Giovanni Moruzzi e per molti anni ha insegnato Chimica Biologica alla facoltà di Farmacia, dove ha lavorato con il prof. Romano Viviani e il prof. Giorgio Lenaz. La Fondazione che porta il suo nome è stata voluta, oltre che dal prof. Ferrari, dal fratello Lamberto Sechi, grande giornalista e fondatore di Panorama. Fra le prime iniziative promosse dalla FASC un progetto di solidarietà per offrire assistenza adeguata ai bambini cardiopatici di Iraq, Siria e Kosovo. Altra priorità, la ricerca: la Fondazione ha già erogato due borse di studio e stanziato un assegno a favore di un giovane medico. Promuove inoltre attività educazionali e servizi rivolti ai cittadini, in particolare per favorire la prevenzione. Ha realizzato un proprio sito internet www.cuorealcentro.it e gestisce il numero verde del cuore: 800.216.662, attivo tutti i giorni feriali dalle 15 alle 17.
TORNA INDIETRO