Medinews
14 Ottobre 2014

MISURA DEL PESO SOCIALE DEL CANCRO: COSTO DELLA PERDITA DI PRODUTTIVITÀ IN EUROPA PER MORTALITÀ PREMATURA LEGATA AI TUMORI


Ogni morte correlata al cancro in età lavorativa rappresenta una perdita economica per la società. Per determinare le priorità di controllo per il cancro, ricercatori del National College of Ireland di Dublino e Cork e colleghi dell’International Agency for Research on Cancer di Lione, hanno stimato i costi della perdita di produttività dovuti a mortalità prematura legata al cancro, per tutti i tipi di tumore e per localizzazione, genere, regione e paese in Europa. I dati relativi ai decessi per cancro nel 2008 sono stati forniti da GLOBOCAN, relativi a 30 paesi europei in quattro regioni. I costi sono stati valutati utilizzando l’approccio al capitale umano. Gli anni di perdita di vita produttiva (YPLL) sono stati calcolati moltiplicando il numero dei decessi in persone di 15 – 64 anni per l’aspettativa di vita lavorativa, il prodotto è stato quindi moltiplicato per il paese considerato, per il salario annuo specifico per età e genere, e infine corretto per la partecipazione alla forza lavoro e la disoccupazione. I costi della perdita di produttività dovuti a mortalità prematura correlata al cancro in Europa erano 75 miliardi di euro nel 2008. Nello studio pubblicato sulla rivista International Journal of Cancer, i costi relativi al sesso maschile (49 miliardi di euro) rappresentavano quasi il doppio di quelli per le donne (26 miliardi di euro). Le localizzazioni del tumore che risultavano avere i costi maggiori erano il polmone (17 miliardi di euro, 23% dei costi totali), la mammella (7 miliardi di euro, 9%) e il colon-retto (6 miliardi di euro, 8%). Anche il tumore dello stomaco, in Europa meridionale e centro-orientale, e quello del pancreas, in Europa settentrionale e occidentale, rappresentavano localizzazioni con costi importanti. Il costo medio della perdita di produttività per mortalità legata al cancro era di 219241 euro. Il melanoma costituiva il costo di mortalità più elevato (312798 euro), seguito dal linfoma di Hodgkin (306628 euro), dal tumore al cervello e al sistema nervoso centrale (288850 euro). I costi per mortalità prematura rappresentavano lo 0.58% del prodotto interno lordo europeo nel 2008: il più elevato era in Europa centro-orientale (0.81%) e il più basso in Europa settentrionale (0.51%). In Europa, dunque, i costi per mortalità prematura legata al cancro sono significativi e i risultati di questo studio forniscono una nuova prospettiva sull’onere sociale dei tumori e potrebbero essere utilizzati per fissare le priorità per il controllo del cancro.

Measuring the societal burden of cancer: The cost of lost productivity due to premature cancer-related mortality in Europe. International Journal of Cancer 2014 Jul 28 [Epub ahead of print]
TORNA INDIETRO