giovedì, 29 settembre 2022
Medinews
31 Marzo 2015

LORENZIN: LA MEDICINA DIFENSIVA COSTA AL SSN 10 MILIARDI

“Il fenomeno della medicina difensiva pesa sui conti per 10 miliardi di euro, pari allo 0,75% del prodotto interno lordo. Da qui la necessità di una Commissione che approfondisca le problematiche connesse al fenomeno”. E’ quanto ha affermato il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, presentando la commissione consultiva sulle questioni della medicina difensiva che sarà presieduta dal professor Guido Alpa. La medicina difensiva incide sulle spese sanitaria in misura pari al 10,5% del totale. Le voci più significative riguardano farmaci (1,9%), visite (1,7%), laboratorio (7,7%), esami strutturali (0,8%), ricoveri (4,6%). Secondo alcune indagini scientifiche, il 77,9% degli intervistati ha tenuto almeno un comportamento di medicina difensiva nell’ultimo mese di lavoro, il 68,9% ha proposto-disposto il ricovero di pazienti che riteneva gestibili ambulatorialmente e il 61,3% ha prescritto un numero di esami maggiori rispetto a quello ritenuto necessario per effettuare la diagnosi. “Oltre il 78% dei medici – afferma la Lorenzin – ritiene di correre un maggior rischio di perseguimenti giudiziari rispetto al passato e il 59,8% ha timore di richieste di risarcimento. Il nostro impegno, a fronte di costi della sanità che aumenteranno sempre di più, e’ di misure che rendano sempre più efficiente il servizio sanitario”.
TORNA INDIETRO