sabato, 25 settembre 2021
Medinews
17 Dicembre 2009

INFLUENZA A, IN ITALIA SPESE INFERIORI E RISULTATI MIGLIORI

Roma, 14 dicembre – “Sull’influenza A penso che abbiamo fatto un buon lavoro. Siamo il Paese, tra quelli europei, che ha speso meno e ottenuto i risultati migliori. I risultati però, si vedranno nei prossimi mesi”. Lo ha affermato Ferruccio Fazio, viceministro alla Salute, durante la presentazione di una pubblicazione sui 10 anni di attività dell’Istituto Superiore di Sanità. “Abbiamo speso meglio e la spesa pro capite è stata inferiore a quella di Inghilterra, Francia e Germania. Abbiamo avuto buonissimi risultati. La pandemia non è ancora finita, dobbiamo assolutamente continuare a vaccinare. Se qualcuno ha ancora dei dubbi, che li manifesti. Tutti i Paesi sono concordi sul fatto che la pandemia vada eradicata. Abbiamo acquistato meno vaccini degli altri e mi auguro che la strategia sia stata giusta” – ha aggiunto Fazio ricordando i numerosi punti di collaborazione tra il ministero e l’Iss e annunciando un progetto di collaborazione per la sperimentazione e ricerca di vaccini sulle nuove influenze. “Fra 10 giorni inoltre – ha concluso – consegneremo al presidente della Commissione Sanità del Senato le linee guida sull’Aids che ci sono state richieste dal Parlamento. Stiamo promuovendo poi azioni per favorire investimenti sulle imprese farmaceutiche che riguardano soprattutto la sperimentazione clinica di Fase 1 e di conseguenza di Fase 2 e 3 su nuovi farmaci. Con l’Aifa e l’Istituto Superiore di Sanità, abbiamo messo a punto una strategia”.


SIEnews – Numero 22 – 17 dicembre 2009
TORNA INDIETRO