lunedì, 18 ottobre 2021
Medinews
2 Dicembre 2016

Impact of Radiation Therapy on Aggressive Care and Quality of Life near Death

Radiation therapy (RT) is used with palliative intent in patients with advanced stage cancer. Prior studies, primarily in patients with poor performance status (PS), suggest that RT is associated with aggressive medical care, which may impact patients’ quality of life near death (QoD) adversely. This study examines associations between RT use and patients’ receipt of aggressive care and QoD based on patients’ PS. Multi-institutional, prospective cohort study of patients with … (leggi tutto)

Lo studio è stato pubblicato sul Journal of Pain and Symptom Management e riguarda il ruolo dei trattamenti radioterapici nei pazienti con malattia avanzata in fase terminale. La rilevanza dell’argomento accoglie numerosi aspetti della nostra attività, sia dal punto di vista clinico che etico. La radioterapia insieme con la chemioterapia rappresenta uno dei pilastri fondamentali nella gestione della malattia oncologica metastatica. Più del 50% dei pazienti in fase avanzata si sottopone a trattamenti radioterapici e oltre il 75% a trattamenti chemioterapici con finalità palliativa. Nonostante il ruolo importante della radioterapia nella gestione dei sintomi, mancano studi clinici di buona qualità metodologica sull’utilizzo nei pazienti in ‘end-of- life’. Nel lavoro proposto viene affrontato il beneficio dei trattamenti radioterapici nei pazienti terminali in funzione della qualità di vita del paziente (quality of death) e del performance status. Viene dimostrato come un uso specifico della radioterapia nelle fasi avanzate di malattia può avere un effetto positivo nei pazienti con un buon performance status, mentre l’utilizzo in pazienti con performance status non ottimale può avere addirittura un effetto detrimentale.
Considerate le importanti conclusioni, tenuto presente inoltre che il concetto di ‘end-of-life’ nello studio comprendeva un intervallo temporale superiore ai tre mesi, riteniamo che ancora una volta abbiamo bisogno di studi confermativi dei dati ottenuti. Tuttavia queste esperienze sono rilevanti ai fini di una più corretta impostazione della nostra pratica clinica quotidiana in questa particolare popolazione.
TORNA INDIETRO