Medinews
27 Ottobre 2015

FULVESTRANT 500 mg VS ANASTROZOLO 1 mg NEL TRATTAMENTO DI PRIMA LINEA DEL TUMORE MAMMARIO AVANZATO: ANALISI DI SOPRAVVIVENZA GLOBALE DELLO STUDIO FIRST DI FASE II

Per confrontare la sopravvivenza globale (OS) ottenuta con fulvestrant 500 mg vs anastrozolo 1 mg come terapia endocrina di prima linea per il tumore mammario avanzato, ricercatori del Baylor College of Medicine di Houston e colleghi europei hanno condotto lo studio FIRST (Fulvestrant First-Line Study Comparing Endocrine Treatments) di fase II, randomizzato, multicentrico, in aperto. Donne in postmenopausa con tumore mammario localmente avanzato o metastatico, con recettori per gli estrogeni positivi, che non avevano ricevuto precedente terapia per lo stadio avanzato della malattia, sono state trattate con fulvestrant (500 mg ai giorni 0, 14 e 28 e successivamente ogni 28 giorni) o anastrozolo (1 mg al giorno). I dati relativi all’endpoint primario (tasso di beneficio clinico rispettivamente del 72.5 e 67.0%) e a un’analisi del follow-up (tempo mediano alla progressione rispettivamente di 23.4 e 13.1 mesi) sono stati precedentemente riportati per queste due terapie. Il protocollo è stato successivamente modificato per valutare la OS con test log-rank non aggiustato dopo aver raggiunto il 65% dei decessi. È stato esaminato l’effetto del trattamento sulla OS in diversi sottogruppi e la tollerabilità è stata valutata con monitoraggio degli eventi avversi. I risultati dello studio, pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Oncology (leggi abstract), indicano che sono state randomizzate 205 pazienti (102 a fulvestrant 500 mg e 103 ad anastrozolo 1 mg). Al cut-off dei dati, era deceduto il 61.8% delle pazienti in terapia con fulvestrant (500 mg; n = 63) e il 71.8% di quelle trattate con anastrozolo (1 mg; n = 74). L’hazard ratio di OS con fulvestrant 500 mg vs anastrozolo è risultato di 0.70 (IC 95%: 0.50 – 0.98; p = 0.04; OS mediana: 54.1 vs 48.4 mesi). Gli effetti del trattamento sembravano generalmente consistenti in tutti i sottogruppi analizzati. Nessun nuovo aspetto riguardo alla sicurezza è stato evidenziato. In conclusione, esistono molte limitazioni in questa analisi della OS, incluso il fatto che non era prevista nel protocollo originale dello studio, ma aggiunta dopo analisi dei risultati del tempo alla progressione, e che non tutte le pazienti hanno partecipato all’ulteriore follow-up di OS. Tuttavia, i risultati di questo studio suggeriscono che fulvestrant al dosaggio di 500 mg estende la sopravvivenza globale rispetto ad anastrozolo. Questi dati ora attendono conferme dallo studio prospettico più ampio, FALCON (Fulvestrant and Anastrozole Compared in Hormonal Therapy Naïve Advanced Breast Cancer), di fase III.
TORNA INDIETRO