mercoledì, 25 novembre 2020
Medinews
16 Febbraio 2018

Eradication of spontaneous malignancy by local immunotherapy

It has recently become apparent that the immune system can cure cancer. In some of these strategies, the antigen targets are preidentified and therapies are custom-made against these targets. In others, antibodies are used to remove the brakes of the immune system, allowing preexisting T cells to attack cancer cells. We have used another noncustomized approach called in situ vaccination. Immunoenhancing agents are injected locally into one site of tumor, thereby … (leggi tutto)

In arrivo l’immunoterapia intralesionale per i tumori immuno-sensibili. Rilasciata localmente, agisce globalmente. Mobilizzare le cellule T endogene per combattere i tumori è l’obiettivo di molte immunoterapie. Savig-Barfi e colleghi hanno esaminato una terapia di combinazione in molteplici tipi di modelli animali di cancro che potessero fornire un’immunità antitumorale sostenuta. Nello specifico, gli autori hanno combinato il rilascio intratumorale di un agonista di TLR9 (toll-like receptor 9) con l’attivazione di OX40 (CD134) per intensificare le risposte delle cellule T. Questa duplice immunoterapia porta alla riduzione dei tumori distali e a un prolungamento della sopravvivenza in questi animali, anche in un rigido modello tumorale spontaneo. Entrambi questi stimoli sono attualmente utilizzati singolarmente in studi clinici ma potrebbero verosimilmente essere combinati per un maggiore beneficio dei pazienti oncologici.
TORNA INDIETRO