venerdì, 23 luglio 2021
Medinews
13 Settembre 2016

Effect of Radiosurgery Alone vs Radiosurgery With Whole Brain Radiation Therapy on Cognitive Function in Patients With 1 to 3 Brain MetastasesA Randomized Clinical Trial

Whole brain radiotherapy (WBRT) significantly improves tumor control in the brain after stereotactic radiosurgery (SRS), yet because of its association with cognitive decline, its role in the treatment of patients with brain metastases remains controversial. To determine whether there is less cognitive deterioration at 3 months after SRS alone vs SRS plus WBRT. At 34 institutions in North America, patients with 1 to 3 brain metastases were randomized to receive SRS or SRS plus WBRT between February 2002 and December 2013. The WBRT dose schedule was 30 Gy in 12 fractions; the SRS … (leggi tutto)

Lo studio dimostra come per i pazienti con 1-3 localizzazioni secondarie cerebrali l’impiego della radioterapia stereotassica (SRS) da sola, paragonata alla SRS unitamente alla ‘whole-brain radiotherapy’ (WBRT), dia un peggioramento cognitivo significativamente inferiore a 3 mesi garantendo quindi per questi pazienti una migliore qualità di vita. Nello studio sono stati randomizzati 213 pazienti con 1-3 metastasi cerebrali randomizzati a SRS vs SRS+WBRT in 34 centri nel Nord America avendo come obiettivo primario la valutazione cognitiva a 3 mesi. Il livello cognitivo si riduceva nel 92% dei pazienti trattati con il doppio approccio verso il 64% per la sola SRS. Pur non essendo fra gli obiettivi, vengono riportati i dati di sopravvivenza che sono pari a 10,4 mesi di ‘overall survival’ per il braccio con SRS e 7,4 mesi per SRS più WBRT. Il dato, apparentemente “scontato”, in realtà, è un dato di valore se si pensa che negli Stati Uniti più di 200.000 pazienti/anno ricevono WBRT e di questi molti hanno da una a tre localizzazioni cerebrali.
TORNA INDIETRO