sabato, 4 febbraio 2023
Medinews
29 Ottobre 2009

DRG SU LEUCEMIA NON UNIFORMI NELLE REGIONI ITALIANE, NÉ ADEGUATI

Milano, 22 ottobre – Uno studio presentato al 42mo Congresso Nazionale della SIE, tenutosi alla Fiera di Milano dal 18 al 21 ottobre, indica che la spesa media del SSN per un paziente con leucemia mieloide acuta è di 33.572 euro, ma esistono grandi variazioni tra le regioni che in certi casi non permettono la copertura dei costi. Sono state esaminate 4 Aziende Ospedaliere (Fondazione Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, Ospedale San Carlo di Potenza, Ospedale San Gennaro dei Poveri di Napoli e Ospedale di Vercelli). La spesa delle Aziende riguardava i farmaci (20,3 per cento), gli esami (4,2 per cento), le trasfusioni (13,9 per cento) e il personale/struttura (61,6 per cento). Elevati costi sono imputabili ai farmaci (nuovi antifungini, anche se utilizzati con le stesse modalità, e chemioterapia antiblastica) e agli emoderivati. Sostanziale uniformità invece per gli esami di laboratorio e radiologici. La spesa più consistente è quella relativa al personale e alla struttura. Lo studio indica un valore del DRG 473 disomogeneo in Italia: si passa dai 9.000 euro circa della Regione Campania ai 12.805 della Regione Lombardia e ai 22.581 euro della Regione Basilicata. I costi sostenuti dalle aziende ospedaliere per la terapia di induzione della leucemia mieloide acuta sono solo parzialmente coperti dal previsto rimborso di 33.594 euro, senza considerare che i costi lievitano con i protocolli di farmaci di nuova generazione. È necessario, quindi, rendere omogenei i costi e aumentare il finanziamento del DRG 473 per permettere la copertura dei costi sostenuti dalle aziende ospedaliere.


SIEnews – Numero 19 – 29 ottobre 2009
TORNA INDIETRO