Medinews
25 Giugno 2014

CORTE CONTI: CALA ANCORA LA SPESA FARMACEUTICA CONVENZIONATA

La spesa farmaceutica convenzionata è scesa anche nel 2013 raggiungendo gli 8,6 miliardi, con una diminuzione del 3,4% e, mentre la territoriale risulta di poco superiore al tetto previsto, l’11,41 contro l’11,35% quella ospedaliera “continua a presentare andamenti ben superiori al tetto previsto”. Sono questi alcuni dei dati emersi dal Rapporto 2014 sul coordinamento della finanza pubblica, presentato la scorsa settimana a Roma dalla Corte dei Conti. Sulla territoriale, si apprende dal documento, sono 8 le regioni che hanno superato il limite: tutte quelle in Piano di rientro (ad eccezione del Piemonte) e le Marche (anche se in questo caso per importi limitati). Secondo i giudici contabili, “nel complesso, anche se per importi più modesti del passato, si conferma in crescita anche nel 2013 la compartecipazione alla spesa a carico del cittadino: in media si tratta di un incremento del 2,1%, che porta il contributo richiesto all’11,1% della spesa territoriale”. Sul fronte della farmaceutica ospedaliera, si apprende che sono solo tre le regioni che si mantengono sotto il 3,5%: la Valle d’Aosta, la Provincia di Trento e la Sicilia, “tutte le altre continuano a travalicare gli obiettivi attribuiti”.
TORNA INDIETRO