mercoledì, 24 febbraio 2021
Medinews
22 Settembre 2015

CORRUZIONE IN SANITA’: AL VIA TAVOLI TECNICI TRA MINISTERO, ANAC E AGENSA

Sono partiti i tavoli tecnici che realizzeranno una sezione dedicata alla sanità all’interno del nuovo Piano Nazionale Anticorruzione (PNA). Si occuperanno di cinque aspetti: profilo del responsabile della prevenzione della corruzione in sanità e nomine; codice di comportamento sul tema del conflitto di interessi in sanità; acquisti in sanità; rotazione incarichi; rapporti contrattuali con il privato accreditato. Questi tavoli di lavoro sono stati resi possibili grazie ad un accordo tra Ministero della Salute, AGENAS e l’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC). “I continui allarmi lanciati negli ultimi anni dalla Corte dei Conti non possono rimanere inascoltati – ha sottolineato Francesco Bevere, direttore generale AGENAS -. Le Regioni saranno protagoniste nel processo di responsabilizzazione delle aziende sanitarie. Solo con una forte opera di prevenzione possiamo eliminare quel paradosso che proprio a causa degli sprechi e della corruzione si verifica, e cioè che in certe Regioni il cittadino spende di più per avere servizi peggiori”. “La corruzione in sanità impatta un settore importante della vita dei cittadini e merita, quindi, la massima attenzione – ha aggiunto Raffaele Cantone Presidente ANAC -. L’obiettivo è quello di introdurre i giusti anticorpi per prevenire episodi di corruzione e cattiva gestione della cosa pubblica. Intervenendo su tre settori specifici e stabilendo regole certe è possibile, in prospettiva, invertire la tendenza ed avviare un processo finalmente virtuoso”.
TORNA INDIETRO