mercoledì, 8 febbraio 2023
Medinews
23 Giugno 2010

CARATTERISTICHE CITOGENICHE, SIGNIFICATO CLINICO E IMPATTO PROGNOSTICO DEL CARCINOMA RENALE PAPILLARE DI TIPO 1 E 2

Rischio di progressione più alto e sopravvivenza libera da malattia più breve, come alcune alterazioni cromosomiche, sono tutte caratteristiche del tipo 2

Urologi italiani hanno valutato le caratteristiche cliniche, patologiche e citogenetiche, e la sopravvivenza libera da malattia nei pazienti con carcinoma renale papillare di tipo 1 e 2, secondo la definizione di Delahunt e Eble. I dati clinici, chirurgici e di follow-up dei casi trattati dal 1995 sono stati ottenuti dal database degli Spedali Civili di Brescia. I campioni bioptici sono stati rianalizzati da un esperto patologo, che li ha classificati nei tipi 1 e 2. Sono stati analizzati anche i dati dei 26 casi di cui era disponibile il cariotipo tumorale. Dai 1150 pazienti trattati chirurgicamente per cancro renale, sono stati estratti 132 casi di carcinoma renale papillare (prevalenza 11.5%), 57 di tipo 1 e 75 di tipo 2, seguiti per un periodo medio di follow-up di 50 mesi. Il diametro della massa tumorale, i tessuti peri-tumorali e l’invasione venosa e linfonodale e le metastasi distanti mostravano differenze significative tra i due gruppi, indicando una più alta aggressività per il tipo 2: l’analisi di sopravvivenza ha evidenziato un rischio di progressione significativamente più alto e una più breve sopravvivenza libera da malattia nei casi di carcinoma renale papillare di tipo 2. Lo studio pubblicato nella rivista Cancer Genetics and Cytogenetics (leggi abstract originale) ha messo in evidenza una distribuzione simile nel carcinoma renale papillare di tipo 1 e 2 anche a livello dei cromosomi 7, 17, 12, 16 e 20, mentre alcune alterazioni nei cromosomi 10, 5, 6, 11, 15, 18, 22 e 8 erano specifiche del carcinoma renale papillare di tipo 2. In conclusione, i carcinomi renali papillari di tipo 1 e 2 presentano caratteristiche patologiche e citogenetiche diverse e una radicale differenza di comportamento biologico: indolente nel tipo 1 e aggressivo nel tipo 2.


Renal Cancer Newsgroup – Numero 6 – Giugno 2010
TORNA INDIETRO