Medinews
23 Aprile 2014

BRAF È FATTORE PROGNOSTICO NEL MELANOMA CUTANEO IN STADIO III? STUDIO RETROSPETTIVO DOPO DISSEZIONE DEI LINFONODI SENTINELLA POSITIVI


BRAF è stato identificato nel 2002 quale oncogene nel melanoma cutaneo e fin dal 2011 è stato considerato un target terapeutico nel trattamento del melanoma metastatico. Il ruolo della mutazione BRAF nello sviluppo del tumore e nel decorso della malattia rimane tuttavia ancora da chiarire. Il principale obiettivo dello studio pubblicato sul British Journal of Dermatology era determinare se esistesse una relazione tra stato BRAF e sopravvivenza globale nei pazienti con melanoma e un linfonodo sentinella positivo. I ricercatori francesi hanno anche verificato l’esistenza di un’associazione tra stato BRAF e caratteristiche clinico-patologiche del melanoma e, infine, hanno esaminato una potenziale eterogeneità dello stato BRAF nei tumori primari e metastatici. Nello studio, sono stati arruolati tutti i pazienti trattati per un melanoma con un linfonodo sentinella positivo allo University Hospital Clermont-Ferrand di Auvergne tra gennaio 2000 e 2010. Gli autori hanno esaminato lo stato BRAF nel melanoma primario e nel tessuto metastatico linfonodale al laboratorio di patologia molecolare dell’ospedale e raccolto i dati clinici e di sopravvivenza. Tra i 72 pazienti totali, 32 presentavano almeno una mutazione BRAF. Gli autori hanno osservato una differenza statisticamente significativa nella sopravvivenza globale tra le popolazioni con mutazione BRAF e ‘wild-type’ e l’unica caratteristica clinica correlata allo stato BRAF era l’estensione della metastasi. Tra i 25 pazienti dei quali si conosceva lo stato BRAF in entrambe le localizzazioni (melanoma primario e metastasi linfonodale), 5 hanno mostrato un risultato discordante. In conclusione, la mutazione BRAF è un indicatore di prognosi sfavorevole nei pazienti con melanoma in stadio III con linfonodo sentinella positivo. Lo stato BRAF potrebbe dunque essere utilizzato nella stadiazione di questa popolazione e il gene BRAF mostra un ruolo importante non solo sull’immortalità cellulare ma anche sulla diffusione metastatica.

Is BRAF a prognostic factor in stage III skin melanoma? A retrospective study of 72 patients after positive sentinel lymph node dissection. British Journal of Dermatology 2014 Mar 6 [Epub ahead of print]
TORNA INDIETRO