lunedì, 23 novembre 2020
Medinews
21 Maggio 2012

BALDUZZI FIRMA IL DECRETO PER LA VENDITA DI 220 MEDICINALI FUORI DALLE FARMACIE

Il Ministro della Salute Renato Balduzzi lo scorso18 aprile ha firmato il decreto che dà attuazione a quanto previsto dall’articolo 32 del dl “Salva-Italia” sul regime di vendita di farmaci. Il provvedimento, che è stato adottato a seguito delle valutazioni compiute dall’Aifa, prende in considerazione tutti i medicinali di classe C. “Il decreto – ha spiegato il ministero in una nota – individua, innanzitutto, come richiesto dal legislatore, i medicinali che dovranno continuare ad essere venduti su ricetta medica e che, pertanto, i cittadini potranno trovare solo nelle farmacie. La maggior parte di questi farmaci appartiene alle quattro categorie per le quali è stato lo stesso decreto ad escludere la possibilità del passaggio alla vendita senza ricetta. Si tratta di medicinali per i quali è previsto il più rigoroso regime della vendita dietro presentazione di ricetta medica da rinnovare volta per volta (stupefacenti, iniettabili, medicinali del sistema endocrino…)”. Per altri farmaci, riportati in una specifica lista, allegata al decreto ministeriale, viene invece riconosciuta la possibilità di vendita senza ricetta, anche negli esercizi commerciali previsti dal decreto Bersani del 2006 (parafarmacie, corner della grande distribuzione, ecc.). Questa lista contiene circa 220 confezioni di medicinali, con la specificazione del principio attivo e del marchio di fabbrica.
TORNA INDIETRO