giovedì, 1 giugno 2023
Medinews
22 Luglio 2009

AVIS, DONARE SANGUE AIUTA A PREVENIRE DIABETE MELLITO

Roma, 14 luglio – D’estate anche le donazioni vanno in vacanza. Per questo l’Avis esorta a donare il sangue proprio nel periodo in cui sono più necessarie. Donare il sangue fa bene anche al donatore non solo agli altri. Secondo un recente studio condotto al Centro di Endocrinologia ‘Joseph Trueta’ di Girona, vicino a Barcellona, la donazione di sangue in regime controllato permette di riequilibrare i livelli ematici di ferro evitando un’eccessiva ossidazione dei tessuti. Nello studio, ad un gruppo di pazienti obesi è stato permesso di donare il sangue in regime controllato (una ogni due settimane). “Questi pazienti hanno migliorato sensibilmente il controllo metabolico, la resistenza all’insulina e la funzione vascolare mantenendo lo stesso trattamento medico”, spiega il direttore del progetto, Josè Manuel Fernandez-Real. “Il nostro organismo sa come assorbire il ferro, ma non come espellerlo. Esistono trattamenti (per ridurre il ferro ematico), ma non sono del tutto innocui. Mentre donare sangue, oltre ad aiutare gli altri, può costituire un modo efficace per espellere ferro”. Le donazioni di sangue in pazienti con elevati livelli ematici di ferro aiutano a migliorare oltre che a prevenire il diabete di tipo 2, comune nelle persone obese e che conducono vita sedentaria, in quanto la malattia è associata ad un peggiore controllo metabolico, mentre nei donatori è stata osservata una minore resistenza all’insulina.


SIEnews – Numero 14 – 23 luglio 2009
TORNA INDIETRO