lunedì, 17 giugno 2024
Medinews
21 Aprile 2016

Associations Between Serum Vitamin D and Adverse Pathology in Men Undergoing Radical Prostatectomy

Lower serum vitamin D levels have been associated with an increased risk of aggressive prostate cancer. Among men with localized prostate cancer, especially with low- or intermediate-risk disease, vitamin D may serve as an important biomarker of disease aggression. The aim of this study was to assess the relationship between adverse pathology at the time of radical prostatectomy and serum 25-hydroxyvitamin D (25-OH D) levels. This cross-sectional study was carried out from 2009 to 2014, nested within a large epidemiologic study of 1,760 healthy controls and men undergoing prostate … (leggi tutto)

Già era conosciuto il ruolo prognostico sfavorevole dei bassi livelli di vitamina D nel sangue in diversi tumori solidi in fase metastatica (tumore della mammella, del polmone, del colon-retto e della prostata). Questo studio ha evidenziato che bassi livelli di vitamina D nel sangue al momento della chirurgia radicale per tumore della prostata sono predittivi di caratteristiche patologiche sfavorevoli dello stesso tumore prostatico. Questa osservazione da validare prospetticamente potrebbe rappresentare il razionale biologico e clinico per uno studio di supplementazione con vitamina D in uomini dopo i 60 anni.
TORNA INDIETRO