giovedì, 21 ottobre 2021
Medinews
8 Settembre 2015

ARTRALGIA IN DONNE CHE ASSUMONO INIBITORI DELLE AROMATASI: ESISTE UN MECCANISMO INFIAMMATORIO CONDIVISO CON LE COMORBIDITÀ DI FATIGUE E INSONNIA?

L’artralgia è una tossicità frequentemente osservata nelle donne in trattamento con inibitori delle aromatasi e può portare a interruzione prematura della terapia. Ricercatori statunitensi della University of Pennsylvania di Filadelfia hanno esaminato l’associazione tra comorbidità, artralgia e fatigue e insonnia, e i biomarcatori dell’infiammazione in donne che assumono inibitori delle aromatasi. Donne in trattamento con inibitori delle aromatasi per tumore mammario in stadio iniziale hanno compilato una versione modificata del Brief Pain Inventory, il Brief Fatigue Inventory e Insomnia Severity Index e hanno fornito campioni di sangue per la determinazione contemporanea di 34 biomarcatori dell’infiammazione utilizzando un kit Luminex. Test t a due code sono stati utilizzati per confrontare le concentrazioni dei biomarcatori dell’infiammazione nelle pazienti con artralgia o no, da moderata a grave. Analisi di regressione lineare multivariata sono state condotte per valutare la relazione tra le comorbidità, artralgia, fatigue e insonnia, con le concentrazioni di biomarcatori identificati. Nello studio pubblicato sulla rivista Breast Cancer Research (leggi testo), tra le 203 partecipanti è stata osservata una correlazione significativa tra severità di artralgia, fatigue e insonnia (p < 0.001 per tutte le comparazioni). Dopo aver controllato per razza, anamnesi di chemioterapia, uso di FANS (farmaci anti-infiammatori non steroidei), età e BMI (Body Mass Index), la coesistenza di artralgia, fatigue e insonnia è stata associata a elevati livelli di CRP (C reactive protein) (β 93.1, intervallo di confidenza [IC] 95%: 25.1 – 161.1; p = 0.008), eotaxina (β 79.9, IC 95%: 32.5 – 127.2; p = 0.001), MCP-1 (Monocyte Chemotactic Protein 1) (β 151.2, IC 95%: 32.7 – 269.8; p = 0.013) e VDBP (Vitamin D Binding Protein) (β 19422, IC 95%: 5500.5 – 33344; p = 0.006). In conclusione, tra le donne che assumono inibitori delle aromatasi, la coesistenza di artralgia, fatigue e insonnia è stata associata a elevati livelli di biomarcatori dell’infiammazione (CRP, eotaxina, MCP-1 e VDBP). I risultati dello studio suggeriscono un possibile meccanismo infiammatorio condiviso per questi sintomi comuni del trattamento.
TORNA INDIETRO