Medinews
23 Marzo 2015

ANTICORPI ANTI-HPV E RISCHIO FUTURO DI TUMORI ANOGENITALI: STUDIO CASO-CONTROLLO ‘NESTED’ NELL’AMBITO DELLO EUROPEAN PROSPECTIVE INVESTIGATION INTO CANCER AND NUTRITION STUDY

Il virus del papilloma umano genotipo 16 (HPV16) è causa di tumori in varie sedi anatomiche. Nell’ambito dell’European Prospective Investigation Into Cancer and Nutrition study, la sieropositività a E6 di HPV16 è stata osservata fino a più di 10 anni prima della diagnosi di tumore orofaringeo mentre era quasi assente nei controlli. Ricercatori statunitensi, malesi ed europei (in Italia i gruppi dell’ISPO di Firenze, Università Federico II di Napoli, Fondazione per la Genetica Umana [HUGET] di Torino, Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori di Milano e Ospedale Civile M.P. Arezzo di Ragusa) hanno valutato l’estensione della presenza di anticorpi anti-E6 di HPV16 prima della diagnosi di tumori anogenitali nella stessa coorte. Nello studio, pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Oncology (leggi abstract), sono stati inclusi 400 tumori anogenitali incidentali (273 della cervice uterina, 24 anali, 67 vulvari, 12 vaginali e 24 del pene) con disponibilità dei campioni di sangue prelevati prima della diagnosi (raccolti in media 3 e 8 anni prima della diagnosi rispettivamente di tumori della cervice uterina e non cervicali) e 718 controlli ad essi abbinati. Il plasma è stato analizzato per determinare la presenza di anticorpi anti-E6 di HPV16 e di molte altre proteine e genotipi di HPV e per esaminare la relazione con il rischio utilizzando regressione logistica non condizionata. I risultati indicano la presenza di sieropositività a E6 di HPV16 nel 29.2% (7 su 24) dei partecipanti che successivamente hanno sviluppato un tumore anale, rispetto allo 0.6% (4 su 718) dei controlli che sono rimasti liberi dal tumore (odds ratio [OR] 75.9, IC 95%: 17.9 – 321). La sieropositività a E6 di HPV16 era meno comune nei tumori della cervice uterina (3.3%), vaginali (8.3%), vulvari (1.5%) e del pene (8.3%) e non è stata osservata alcuna associazione con gli anticorpi anti-E6 di HPV non sottotipo 16, ad eccezione di quella di anticorpi anti-E6 di HPV58 con il tumore anale (OR 6.8, IC 95%: 1.4 – 33.1). La sieropositività a E6 di HPV16 tendeva ad aumentare nei campioni ematici prelevati in un momento più vicino alla diagnosi di tumore. In conclusione, la sieropositività a E6 di HPV16 è osservata abbastanza frequentemente prima della diagnosi di tumore anale, ma raramente negli altri tumori anogenitali correlati ad HPV.
TORNA INDIETRO