Medinews
12 Dicembre 2014

Anno III – numero 30 – Dicembre 2014BIOPSIA DEL LINFONODO SENTINELLA IN 350 PAZIENTI CON MELANOMA DI SPESSORE ELEVATO: QUAL È IL SUO RUOLO PROGNOSTICO?


La biopsia del linfonodo sentinella (SLNB) è attualmente raccomandata nei pazienti che presentano melanomi di spessore intermedio (T2-T3), mentre storicamente i pazienti con melanoma T4 non sono mai stati considerati buoni candidati alla SLNB per l’elevato rischio di progressione a distanza. Tuttavia, alcuni autori suggeriscono che i pazienti con melanoma T4 potrebbero essere considerati come un gruppo eterogeneo che potrebbe anche beneficiare dalla SLNB. I ricercatori dell’Università di Torino hanno analizzato retrospettivamente 350 pazienti con melanoma di spessore > 4 mm tra il 1999 e il 2011. I pazienti sono stati stratificati in tre gruppi sulla base dei risultati della SLNB: 94 erano SLNB-negativi, 84 SLNB-positivi e 172 pazienti non erano stati sottoposti a SLNB (gruppo di osservazione). Sono state quindi analizzate le associazioni delle caratteristiche clinico-patologiche con il referto della SLNB, l’intervallo libero da malattia (DFI) e la sopravvivenza specifica per la malattia (DSS). Nello studio pubblicato sulla rivista Annals of Surgical Oncology, le analisi multivariate hanno confermato una prognosi migliore nei pazienti SLNB-negativi rispetto ai pazienti inclusi nel gruppo di osservazione, non sottoposti a SLNB (DSS: hazard ratio [HR] 0,62; p = 0,03 e DFI: HR 0,47: p < 0,001). Il gruppo di osservazione ha mostrato anche la stessa prognosi del gruppo risultato positivo alla biopsia del linfonodo sentinella, quando aggiustato nel modello per i principali fattori di confondimento. In conclusione, gli autori confermano che i pazienti con melanoma di spessore elevato costituiscono un gruppo eterogeneo con prognosi varia. In questo studio, la biopsia del linfonodo sentinella ha permesso un’appropriata stratificazione dei pazienti in gruppi di sopravvivenza variabile. Sulla base di questi risultati, gli stessi raccomandano la biopsia del linfonodo sentinella come procedura di routine nei casi di melanoma primario di spessore superiore a 4 mm.

Sentinel Lymph Node Biopsy in Thick-Melanoma Patients (N=350): What is Its Prognostic Role? Annals of Surgical Oncology 2014 Nov 12 [Epub ahead of print]
TORNA INDIETRO