giovedì, 21 ottobre 2021
Medinews
19 Giugno 2015

Anno II – numero 7 – Giugno 2015NESSUNA EVIDENZA DI DANNO DOPO SOMMINISTRAZIONE DEL PROBIOTICO LACTOBACILLUS RHAMNOSUS GG ATCC 53103 IN ANZIANI SANI: STUDIO DI FASE I, IN APERTO, SU SICUREZZA, TOLLERABILITÀ E RISPOSTA CITOCHINICA


Sebbene il Lactobacillus rhamnosus GG ATCC 53103 (LGG) sia stato assunto ogni giorno da 2 a 5 milioni di persone fin dalla metà degli anni ’90, esistono pochi studi clinici che descrivono i potenziali danni di LGG, in particolare negli anziani. L’obiettivo primario di questo studio, in aperto, pubblicato sulla rivista PLoS One, era valutare la sicurezza e la tollerabilità della somministrazione orale di LGG 1×1010 CFU (colony forming units) due volte al giorno per 28 giorni a volontari anziani. Obiettivi secondari erano determinare gli effetti di LGG sul microbioma gastrointestinale, sulla risposta immunitaria dell’ospite e sulle citochine plasmatiche. I ricercatori del Massachusetts General Hospital for Children e Tufts Medical Center di Boston e colleghi statunitensi hanno somministrato a 15 volontari anziani (età compresa tra 66 e 80 anni) capsule contenenti 1×1010 CFU di LGG due volte al giorno per 28 giorni e li hanno seguiti fino al giorno 56. I volontari hanno compilato un diario giornaliero, hanno ricevuto una telefonata durante lo studio nei giorni 3, 7 e 14 e inoltre hanno effettuato visite programmate al Clinical Research Center prima del trattamento (basale) e dopo 28 e 56 giorni per determinare se si erano manifestati eventi avversi. Le valutazioni includevano domande a risposta multipla e aperta. I risultati confermano che non si sono verificati eventi avversi gravi. I 15 volontari hanno manifestato in totale 47 eventi (range per volontario: 1 – 7), 39 dei quali (83%) sono stati classificati come lievi e il 40% di questi era correlato al consumo di LGG: 31 eventi (70%) erano sintomi attesi, diretti, mentre 16 erano inaspettati. Gli eventi avversi più comuni erano di tipo gastrointestinale (gonfiore, gas e nausea), 27 sono stati classificati come lievi e 3 come moderati. Nell’analisi esplorativa, la citochina pro-infiammatoria interleuchina-8 è diminuita durante il consumo di LGG ritornando ai livelli basali un mese dopo l’interruzione del probiotico (p = 0,038), mentre non è stata osservata differenza in altre citochine plasmatiche sia pro- che anti-infiammatorie. In conclusione, la somministrazione di L. rhamnosus GG ATCC 53103 è sicura e ben tollerata in adulti sani di 65 anni e oltre.

No evidence of harms of probiotic Lactobacillus rhamnosus GG ATCC 53103 in healthy elderly-a phase I open label study to assess safety, tolerability and cytokine responses. PLoS One 2014 Dec 1;9(12):e113456
TORNA INDIETRO