domenica, 25 settembre 2022
Medinews
27 Febbraio 2015

Anno II – numero 6 – Febbraio 2015PREFERENZE SULLA TERAPIA DEL MELANOMA: DISPONIBILITÀ A PAGARE E SCELTA DI QUALITÀ VS DURATA DELLA VITA PER PAZIENTI, MEDICI E CONTROLLI SANI


Le nuove terapie per il melanoma, come ad esempio ipilimumab, migliorano la sopravvivenza, tuttavia, solo un limitato gruppo di pazienti trae beneficio da questo agente mentre il 60% manifesta effetti collaterali. Inoltre, questi benefici marginali si ottengono a un costo molto alto, pari a 110.000 euro per trattamento. Questo studio pubblicato sulla rivista PLoS One ha esaminato le attitudini di medici, persone sane e pazienti verso le opzioni di terapia per il melanoma, la loro disponibilità a pagare per il trattamento e la loro preferenza sulla qualità vs durata della vita. Sulla base dei risultati di un ‘focus group’, sono stati sviluppati questionari che sono stati dapprima testati. Dopo aver ottenuto l’approvazione del comitato etico e il consenso informato, i sondaggi sono stati condotti su un totale di 90 partecipanti (30 per ogni gruppo considerato). Le analisi statistiche sono state condotte usando il pacchetto R. I ricercatori del Friedrich-Alexander-Universität Erlangen-Nürnberg (FAU) e University Hospital Erlangen hanno osservato che le attitudini differivano ampiamente tra partecipanti sani, medici e pazienti con melanoma. Mentre questi ultimi mostravano un’alta disponibilità a sopportare gli effetti collaterali malgrado i ridotti benefici di sopravvivenza (fino a una sola settimana in più) o anche la sola speranza senza beneficio di sopravvivenza, i controlli sani erano più critici e i medici erano per la maggior parte contrari alla terapia. Di conseguenza, se si considera un’offerta in denaro di 100.000 euro e la libera decisione di quanto spendere, la disponibilità a pagare per la terapia era molto più alta nel gruppo dei pazienti (68%), rispetto al 28% dei controlli sani e a soltanto il 43% dei medici. Quando è stata abbassata la somma di denaro, offerto al posto del trattamento con ipilimumab, a 50.000 o 10.000 euro per testare la sensibilità al prezzo rispettivamente il 69% (+1%) e 76% (+8%) dei pazienti con melanoma ha preferito ipilimumab al denaro. Quando giudicata sulla spesa supportata dalla società, solo il 21% dei pazienti con melanoma ha optato a utilizzare i soldi per il trattamento con ipilimumab. In conclusione, il giudizio sui benefici di nuove opzioni di trattamento differisce ampiamente tra i gruppi di persone a cui si rivolge e i medici sono i più critici nei confronti della terapia. L’elasticità rispetto al prezzo è risultata bassa.

Therapy Preferences in Melanoma Treatment – Willingness to Pay and Preference of Quality versus Length of Life of Patients, Physicians and Healthy Controls. PLoS One 2014 Nov 4;9(11):e111237
TORNA INDIETRO