Medinews
30 Gennaio 2015

Anno II – numero 5 – Gennaio 2015POTENZIALE RISPARMIO DEI COSTI CON LA SOMMINISTRAZIONE SOTTOCUTANEA DI TRASTUZUMAB NEL TRATTAMENTO DEL TUMORE MAMMARIO IN SPAGNA


Trastuzumab SC è una nuova formulazione per via sottocutanea (SC) in dose fissa che permette la somministrazione di trastuzumab in 5 minuti, rispetto a quella di trastuzumab IV, per via endovenosa (IV) che deve essere iniettata in un periodo di 30 minuti, senza compromettere la sua efficacia e sicurezza. I potenziali risparmi della via SC permettono di evitare la dose di carico e di ridurre lo spreco di risorse temporali legate alla sua somministrazione IV. Oncologi di vari ospedali spagnoli (Barakaldo, Dos Hermanas e Cordoba) hanno quantificato il risparmio dei costi per modificazione delle dosi e le risorse risparmiate durante i trattamenti completi dalla prospettiva del Servizio Sanitario Nazionale (NHS) spagnolo. L’analisi dei costi ha incluso la quantità di farmaco somministrato considerando una dose di carico (8 mg/kg) e di 17 cicli di mantenimento (6 mg/kg) per la formulazione IV rispetto a 18 cicli in dose fissa della somministrazione SC, entrambi basati sulle indicazioni approvate. Per il calcolo dei costi sono state considerate le condizioni di una paziente spagnola standard di 66 kg con tumore mammario e il prezzo locale attuale di trastuzumab IV (3,67 euro/mg). I costi legati alla somministrazione del farmaco derivano da uno studio precedentemente pubblicato, ‘Time and Motion’ (T&M), che aveva registrato il tempo e le risorse consumate per i due tipi di somministrazione. Lo studio T&M è stato condotto in 3 centri spagnoli e ha misurato le differenze di tempo attivo impiegato dal personale sanitario, mentre i costi del personale sanitario sono stati ottenuti dai salari medi (riferiti al 2012). Nello studio pubblicato sulla rivista European Journal of Hospital Pharmacy, la differenza totale di dose tra le due opzioni di trattamento deriva dal confronto tra una dose di carico e una dose di mantenimento. Il costo di una dose di carico rispetto a quella di mantenimento porta a un risparmio di 484 euro per paziente, corrispondente all’1,8% del trattamento completo. Lo studio T&M ha inoltre riportato un risparmio di 120 euro per paziente per la somministrazione del trattamento completo con trastuzumab SC. Quindi, globalmente, si ottiene un risparmio di 604 euro per paziente, corrispondente al 2,2% dei costi globali. Questi risultati possono secondo gli autori significare che la somministrazione SC costituisce un’alternativa più efficiente rispetto a trastuzumab IV e che la sostituzione di trastuzumab IV con la formulazione SC, più efficiente, potrebbe offrire significativi risparmi per il Servizio Sanitario spagnolo.

Cost saving potential of subcutaneous administration of trastuzumab in breast cancer in Spain. European Journal of Hospital Pharmacy 2014;21:A198
TORNA INDIETRO